3.3 C
Milano
19. 01. 2021 15:28

Scala, i lavoratori sollecitano il Comune

«Dobbiamo rientrare al lavoro, perché non all’aperto?»

Più letti

Cinque domande a Francesco Monte: «Ora basta pregiudizi»

Chi è oggi Francesco Monte? «Una persona che ha intrapreso un nuovo percorso. Ho iniziato a fare quello che una...

Dopo la vittoria a “Tale e Quale Show” il ritorno di Lidia Schillaci: «Alcatraz, Forum e… Porta Romana»

Dopo aver partecipato al progetto solidale Sicilia per L’Italia con il brano a più voci Viene Natale (se stiamo...

Sala contro la Moratti: «Vaccini in base al Pil? Mi cadono le braccia»

Il sindaco Sala ha affidato ai social il suo pensiero sulle ultime dichiarazioni dell'assessore al Welfare Letizia Moratti in...

Un incontro “urgente” con il presidente del Teatro alla Scala, ovvero il sindaco di Milano Giuseppe Sala, per discutere il «rientro in sicurezza dei lavoratori», a partire dai test sierologici e tamponi periodici e le misure di distanziamento sociale.

E per mettere a punto un piano per «riaprire in sicurezza, per far rinascere la Scala, la città di Milano, l’Italia intera». Sono le richieste, della Cub Info&Spettacolo che in una nota ha annunciato un presidio per lunedì prossimo, 8 giugno, davanti al Comune di Milano.

«Perché, se si possono fare spettacoli estivi all’aperto ad esempio al Castello Sforzesco, la direzione della Scala non fa e non ha fatto nulla per organizzare degli spettacoli nella suddetta location o in altre simili, patrocinati dal Comune?», si chiedono i lavoratori aderenti al sindacato di base.

In breve

Rifiuti elettrici ed elettronici: Milano è la provincia più virtuosa

Milano è la provincia più virtuosa in Lombardia sulla raccolta di rifiuti elettrici ed elettronici (RAEE) nel 2020: a...

Potrebbe interessarti