22.5 C
Milano
25. 06. 2024 15:28

I Simpson deportati ad Auschwitz: i murales shock alla Stazione Centrale di Milano

I due murales hanno come protagonisti la celebre famiglia animata creata da Matt Groening

Più letti

I Simpson deportati ad Auschwitz nei nuovi murales dell’artista aleXsandro Palombo. L’opera d’arte è apparsa sui muri adiacenti all’ingresso del Memoriale della Shoah presso la Stazione Centrale di Milano (Binario 21) per celebrare la Giornata della Memoria, in programma domani venerdì 27 gennaio.

I Simpson deportati, le opere di Palombo

I due murales hanno come protagonisti la celebre famiglia animata creata da Matt Groening: nella prima versione Homer, Marge, Bart, Lisa e Maggie sono raffigurati mentre indossano i cappotti con la Stella di Davide, simbolo che per i nazisti aveva l’intento di rendere visibili e immediatamente identificabili gli ebrei dal resto della popolazione. Il secondo murale è ancora più sconvolgente e ritrae i Simpson deportati in un campo di concentramento: i cinque indossano la divisa dei prigionieri dei campi di sterminio, sono ridotti a pelle e ossa e con lo sguardo sofferente.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Simpson deportati… ma non solo: le altre creazioni dell’artista

Non è la prima volta che aleXsandro Palombo usa i Simpson per esprimere la sua arte. Il 5 ottobre scorso, davanti al consolato iraniano a Milano, era apparsa l’opera «The Cut», un disegno di Marge Simpson che si tagliava i capelli in segno di vicinanza alle donne iraniane. L’opera murale era stata rimossa il giorno dopo perché ritenuta «inopportuna», ma l’artista non si è arreso e ne ha proposto subito una versione modificata: una Marge Simpson sempre con una ciocca di capelli in mano, ma questa volta decisamente più arrabbiata e con il dito medio alzato.

Simpson deportati, le altre iniziative per la Giornata della Memoria

Persone

  • Posa delle pietre d’inciampo in memoria di 26 persone deportate e uccise nei campi di concentramento;
  • Incontro con gli studenti, il 27 gennaio alle ore 11, in Sala Alessi a Palazzo Marino (ANED, ANPI e UCEI); 
  • Mostra “100 Giusti dal Mondo”, fino al 5 febbraio, Memoriale della Shoah – Binario 21 (Associazione Gariwo – Galleria l’Affiche); 
  • Spettacolo Teatrale Nedo, 27 gennaio alle ore 10.30 (per le scuole) e 21.30, Teatro Pime (Fondazione Memoriale della Shoah, ANED, Fondazione Gariwo); 

Luoghi

  • Memoriale della Shoah. Per la prima volta da gennaio 2020 il Memoriale della Shoah di Milano organizza due giornate di visite gratuite;
  • Ex Albergo Regina via Silvio Pellico angolo via Santa Margherita, 27 gennaio alle 9.30, deposizione corone; 
  • Giardino dei Giusti, il 27 gennaio (per le scuole) e il 28 gennaio, visite guidate (Fondazione Gariwo). 
  • Memoriale della Shoah – Binario 21, dal 27 gennaio, tram ATM con capolinea in Stazione Centrale, personalizzato “Memoriale della Shoah – Binario 21” (Comune di Milano – ATM);

In breve

FantaMunicipio #36: l’eterno movimento dei progetti che riscrivono la città

Questa settimana facciamo il punto su tanti progetti che, in piccolo o in grande, si propongono di dare un...