13.3 C
Milano
25. 04. 2024 15:52

Stop code in via Cagni: arriva il portale online per accedere all’ufficio immigrazione

Per migliaia di persone non è più necessario presentarsi preventivamente all'ufficio immigrazione di Milano: ecco come funziona

Più letti

Attivo da mercoledì 5 aprile 2023 il nuovo sistema per dire stop alle code in via Cagni a Milano. Lo comunica la questura del capoluogo lombardo, che decide di attivare questo servizio per i cittadini stranieri (con o senza documenti) con dimora sul territorio meneghino e che devono presentare domanda di protezione internazionale. La grande novità è che per accedere all’ufficio immigrazione, situato nella zona di Niguarda, ora basta registrarsi sul nuovo portale denominato «Prenotafacile».

Basta code in via Cagni con il nuovo portale

Per usufruire di questo servizio ed evitare di fare code in via Cagni, i migranti devono seguire poche e semplici istruzioni. Per prima cosa bisogna accedere alla pagina web prenotafacile.poliziadistato.it. Dopo si deve selezionare il servizio «procedure per la presentazione», scegliendo la prima data libera disponibile. Grazie a questa nuova procedura online, per le persone non è più necessario presentarsi preventivamente e fisicamente all’ufficio immigrazione.

via cagni migranti Migranti minorenni senza genitori

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

L’accesso al sistema «Prenotafacile», il quale permette di ridurre drasticamente le code in via Cagni a Milano, prevede, tra le altre cose, anche l’inserimento obbligatorio di un documento identificativo. Va bene anche la fotocopia. Per coloro che ne sono sprovvistii invece è possibile richiedere un appuntamento al noto ufficio immigrazione milanese, appoggiandosi alle associazioni che hanno dato la loro disponibilità ad aiutare i migranti nel raccogliere i loro dati anagrafici.

In questo modo anche loro possono accedere al sistema di prenotazione ed evitare di fare le code in via Cagni. L’ufficio si avvale inoltre della collaborazione di Avsi, associazione che aiuta a gestire gli appuntamenti presi dai cittadini ucraini in fuga dalla guerra con richiesta di protezione internazionale. Si tratta, in questo caso specifico, di adulti over 60 o di donne in stato di gravidanza.

In breve

FantaMunicipio #27: quanto ci fa bene l’associazionismo cittadino

Pranzi, musica, poesia, arte, intrattenimento, questionari, flash mob e murales: tutto all'insegna dell'associazionismo cittadino e delle comunità che popolano...