23.7 C
Milano
20. 06. 2024 04:17

Vincolo su San Siro, ecco le motivazioni della Soprintendenza. E lo stadio è nella top 5 dei migliori in Europa

Le ragioni spiegate nei documenti inviati al Comune di Milano che hanno portato alla decisione di vincolare il Meazza

Più letti

La «soluzione strutturale costituita da 132 portali» che costituisce «l’ossatura che sostiene le gradinate, le scale, le rampe di accesso, i ripiani e le passerelle di servizio», oltre al fatto che con «la costruzione del secondo anello, per San Siro, finalmente, si completa l’immagine di vero e proprio stadio, che non aveva mai posseduto dalle origini». Sono queste le motivazioni con cui la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Milano ritiene «che, per il secondo anello, possano sussistere i requisiti di interesse culturale» che faranno scattare il vincolo su San Siro dal 2025, come si legge nei documenti inviati al Comune di Milano.

Vincolo su San Siro, cruciale il secondo anello

«Di particolare interesse è il disegno dei portali, che hanno la forma di due braccia tese in diagonale, denominate nel gergo di cantiere, rispettivamente, ‘elefante’ e ‘giraffa’», si legge nei documenti della Soprintendenza. «Nella struttura le scale hanno uno sbocco a “vomitorio”, una componente dello stadio classico. La rilevanza architettonica del secondo anello risiede nella capacità degli autori di ‘tradurre i vincoli tecnici in espressività, e [lo stadio] aveva acquisito quell’aspetto fortemente caratterizzato dalle rampe avvolgenti la costruzione in fasce plastiche di aggetti e rientranze e in alternanze di chiari e di scuri. Le stesse assumono un suggestivo significato simbolico, portando la folla, vera protagonista delle architetture degli stadi, fin sulle pareti».

nuovo san siro, charity derby
San Siro

Vincolo su San Siro, l’immagine di uno stadio

«Con la costruzione del secondo anello, per San Siro, finalmente, si completa l’immagine di vero e proprio stadio, che non aveva mai posseduto dalle origini (in rapporto a quelli contemporanei di Torino, Genova, Bologna e Firenze), forma che si era appena profilata soltanto con il primo ampliamento del 1937-39. È evidente, quindi, dalle immagini storiche, come lo stadio fosse organicamente compiuto con la costruzione del secondo anello ancora quasi totalmente visibile e fruibile sotto le sovrastrutture del terzo anello e della copertura», conclude la Soprintendenza.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Vincolo su San Siro, l’impianto è il migliore d’Italia

E nel frattempo il Meazza risulta essere il miglior stadio d’Italia e il quinto in Europa. Questo è l’esito di una ricerca effettuata da Ticketgum, portale specializzato in ticketing, che ha analizzato oltre 140 degli stadi più famosi del mondo per capacità, recensioni, media gol per partita e il coinvolgimento sui social media. San Siro è risultato l’impianto numero 1 in Italia con un punteggio di 70.63 su 100. Alle sua spalle l’Olimpico di Roma, l’Allianz Stadium di Torino e il Diego Armando Maradona di Napoli. Il miglior stadio d’Europa è invece il Celtic Park di Glasgow, con un punteggio di 80,74 su 100, mentre il Mineirao in Brasile si guadagna il titolo di miglior stadio del mondo, con un punteggio finale di 83,40 su 100.

In breve

FantaMunicipio #35: con il Comune storia di gerarchie e di ascolti a metà

Piscina Scarioni e Chiaravalle: due ambiti per cui è interessare esaminare le mosse del Comune e il ruolo del...