11.2 C
Milano
25. 04. 2024 13:10

Ricchi più ricchi, ma 200mila milanesi sono sotto la soglia di povertà

I dati allarmanti riguardanti il capoluogo lombardo

Più letti

Recentemente sono stati pubblicati i dati relativi alla ricchezza di Milano. Il Pil cittadino non solo ha assorbito i cali dovuti alla pandemia nel 2020, ma è tornato a crescere rispetto al 2019. In questo quadro di ritrovata spinta economica, c’è però un dato che dovrebbe preoccupare il mondo politico, imprenditoriale e sindacale: quello riguardante la soglia di povertà.

Reddito medio e soglia di povertà: i dati a Milano

Anche il reddito medio infatti è aumentato, ma con dislivelli piuttosto evidenti: cresce infatti di molto la ricchezza di quanti sono già “ricchi” o molto benestanti; la classe media arranca in una sostanziale stabilità (a fronte però di un aumento del costo della vita); infine, dato lasciato per ultimo ma il più allarmante, gli oltre 200mila milanesi sotto la soglia di povertà sono diventati ancora più poveri.

Il tema delle diseguaglianze non è solo un pallino ideologico di nostalgici del “riformismo ambrosiano”, ovvero quel socialismo che tentava, attraverso l’azione politica quotidiana, di ridurre le disparità, di creare opportunità e solidarietà per tutti. Le disparità che si stanno acuendo dovrebbero essere molto più di un campanello d’allarme per tutti i soggetti dinamici della città. Se questo trend dovesse proseguire in modo così lampante, persino drammatico, è a rischio la tenuta di una comunità, di una città, il sentirsi parte di un destino comune.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Un saggio diceva: «Chi è orfano di diritti, è alieno da doveri». I nostri governanti di un tempo lo sapevano bene. Quelli di oggi sembrano fermarsi a luoghi comuni, a generiche forme di solidarietà social, a strette di mano frettolose. Serve fare qualcosa, serve farlo subito.

In breve

FantaMunicipio #27: quanto ci fa bene l’associazionismo cittadino

Pranzi, musica, poesia, arte, intrattenimento, questionari, flash mob e murales: tutto all'insegna dell'associazionismo cittadino e delle comunità che popolano...