12.5 C
Milano
03. 03. 2021 19:29

Cercasi città a misura di pedone: i voti del Fantamunicipio #22

Ventiduesimo appuntamento (e giro di boa) per il FantaMunicipio: attraversamenti pericolosi, a quando una soluzione?

Più letti

Sanremo 2021, i Maneskin accusati di plagio

I Maneskin vengono accusati di plagio. Secondo l'accusa, avrebbero copiato la canzone F.D.T. degli Anthony Laszlo, brano del 2015....

Bollettino regionale, non si placa l’aumento dei ricoveri: Milano, +431 contagi

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 4.590, di cui 189 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti...

Alla scoperta di Brera con delle guide speciali: l’emozionante progetto dedicato alle persone con disagio psichico

È stato presentato oggi nella cornice di Museocity “Per la Mente, con il Colore”, un vero e proprio laboratorio...

L’ultimo incidente (fortunatamente non mortale) è avvenuto in via Dolci, a pochi passi da Segesta: nei pressi della scuola elementare, un bambino è stato investito. L’episodio ha convinto definitivamente alcuni genitori del quartiere a scrivere al sindaco e agli assessori competenti per richiedere interventi urgenti di messa in sicurezza: dossi, rallentamento della velocità, maggior presenza dei vigili.

Ma è solo uno dei tanti punti critici a Milano: una città dove gli automobilisti vanno ancora troppo veloci. È il caso, al Municipio 4, anche dell’incrocio tra via Marochetti e via Avezzana: anche qui il Comune ha già alcuni interventi in programma.

Municipio 1
Tra un anno l’Anfiteatro verde
Voto 8

Conferme circa la fine lavori per l’atteso parco archeologico di Milano, incentrato sull’anfiteatro romano (quasi completamente raso al suolo nel corso dei secoli e grande quasi quanto il Colosseo) ricostruito in una scenografica veste verde. L’obiettivo è farne un luogo vivo, aperto a turisti e cittadini, anche per spettacoli ed eventi. I muri di fondazione rinvenuti rimarranno a vista. Fine lavori nel 2022. Questo luogo ha le potenzialità per diventare un simbolo assoluto della Milano del futuro.

Municipio 2
Via Gluck e viale Lunigiana
Voto 5,5

Via Gluck, la via di Celentano a ridosso della Stazione Centrale, è in difficoltà: sporca e trascurata, ancora attende uno spiraglio di luce e di rinnovamento. Si cercherà di coinvolgere gli amministratori di condominio per iniziare un lavoro di riqualificazione casa per casa, ma l’obiettivo è più a larga veduta: si pensa, infatti, ad una Zona 30 e/o a una maggiore fruizione pedonale. Di fronte c’è viale Lunigiana, altra strada per cui il Municipio si batte da anni. In quest’angolo Milano non canta più.

Municipio 3
Si interviene su piazzale Bacone
Voto 7,5

Anche piazzale Bacone sarà interessato da un intervento di urbanistica tattica. Una novità resa necessaria dalla presenza di un complesso scolastico e di una piscina comunale. L’idea, sollecitata da cittadini e associazioni, è quindi quella di ordinare la sosta, allargare i marciapiedi e soprattutto rendere più corti e sicuri i pericolosi attraversamenti pedonali. Ieri è stato presentato il progetto in Commissione Territorio. Come sempre, si passerà poi a un vero e proprio progetto definitivo.

Municipio 4
In bici da Corvetto a Rogoredo
Voto 8

Nel programma degli interventi programmati e finanziati per il 2021 c’è un bellissimo progetto: un itinerario ciclabile tra Corvetto e Rogoredo e poi fino a San Donato con studi ancora in corso su come superare gli incroci di accesso alla tangenziale. Il percorso seguirà via Marochetti e via Cassinis e includerà anche la sistemazione del pericoloso attraversamento di via Marochetti-via Avezzana: la soluzione scelta è un semaforo ciclopedonale, con allargamento marciapiedi.

Municipio 5
La petizione per l’edificio simbolo
Voto 7

Prosegue – ed è ormai quasi a quota mille adesioni – la petizione lanciata tre settimane fa (indirizzata a Sala, Maran e Del Corno) per ristrutturare e valorizzare un edificio simbolo della Milano industriale, presente nell’area dell’ex scalo Romana e fotografato anche da Gabriele Basilico. L’edificio, che sembra condannato alla demolizione, potrebbe diventare nei piani dei promotori uno spazio pubblico destinato a finalità culturali: fotografia, storia del lavoro e dell’industria milanese.

Municipio 6
L’ex Ginori avrà nuova vita
Voto 7

L’ex Ginori, sul Naviglio Grande, tra giugno e settembre ospiterà progressivamente fino a 2.500 dipendenti: è destinata, infatti, a diventare il campus del colosso Wpp. Verranno mantenuti, per rispetto ai vincoli di memoria industriale, alcuni dettagli originali. In attesa dell’arrivo della M4 e della riqualificazione degli scali, si stanno valutando navette per collegare la sede con la fermata della verde Porta Genova. È un progetto maxi, che rileva San Cristoforo come nuova centralità.

Municipio 7 
L’incidente in via Dolci
Voto 6

Il triste episodio del bambino investito accanto alla scuola elementare di via Dolci, zona Segesta, ha riacceso i fari su un tema quanto mai attuale e ancora poco considerato: la sicurezza stradale. I genitori del quartiere hanno inviato una mail al sindaco e agli assessori competenti per richiedere alcuni interventi: strade scolastiche o Zona 30, dossi sulle vie adiacenti e l’incremento dei vigili, prima di tutto. Ma anche un’area giochi sicura e fruibile, di cui adesso c’è gran carenza.

Municipio 8
Attesa per l’ex Tiro a Segno
Voto 7,5

Aggiornamenti sul nuovo consolato Usa all’ex Poligono di Tiro di piazzale Accursio, zona Cagnola. Se è vero che buona parte della struttura resterà inaccessibile per ragioni di sicurezza, il progetto di recupero della pregevole struttura (che procede a gonfie vele) prevede anche spazi di pubblica fruizione in ottica culturale. Negli scorsi giorni anche il console generale Needham ha accolto un gruppo di aziende partecipanti alla gara di appalto sottolineando l’importanza futura di questo luogo.

Municipio 9
Scuola di via Crespi, via ai lavori
Voto 7

Edificio scolastico di via Crespi, zona Dergano: si parte con i lavori che anticipano la demolizione. Via dunque, intanto, alla bonifica interna con rimozione dell’amianto. Il complesso intervento, realizzato da Mm, durerà 18 mesi e costerà 16.800.000 euro, di cui nove sono finanziati dal Miur. Il nuovo plesso avrà diciotto aule, cinque laboratori, una biblioteca, uno spazio polifunzionale di circa 150 metri quadri, un refettorio, una palestra con spogliatoi e uffici amministrativi.

In breve

Alla scoperta di Brera con delle guide speciali: l’emozionante progetto dedicato alle persone con disagio psichico

È stato presentato oggi nella cornice di Museocity “Per la Mente, con il Colore”, un vero e proprio laboratorio...