22.1 C
Milano
22. 06. 2021 10:29

Milano, l’hinterland è sempre più green: nuove aree verdi nella cintura milanese

Da ForestaMi a Paullo alle nuove aree di Rho: municipi sempre più attenti al green

Più letti

Nuove aree verdi stanno nascendo in tutta la cintura milanese. Grazie a ForestaMi, progetto della Città Metropolitana, del Comune di Milano e di enti parco che intende piantare 3 milioni di alberi entro il 2030, l’area dell’ex cascina Tombone di Paullo si trasforma in un bosco di oltre tremila alberi: in due anni si è passati da 1.800 a 3.300 piante.

«Continua l’intervento pubblico per la forestazione delle aree di proprietà comunale ed è in programma l’ampliamento delle aree verdi anche con acquisizione di altri terreni, così come è previsto inoltre dalla variante al PGT in approvazione – Ha commentato il sindaco Federico Lorenzini – Diamo maggior valore al nostro territorio progettando e realizzando sin da ora un patrimonio arboreo per i paullesi di domani».

Il green “invade” l’hinterland

San Giuliano

A San Giuliano, in via dei Giganti, è stato inaugurato il parco della Compagnetta, il primo “inclusivo” della città. Il giardino è diviso in due zone: la prima è un’area giochi, la seconda è dedicata al fitness. Entrambe sono pensate per garantire la fruizione anche a persone con disabilità. Nel parco ci sono pure un campo che può essere utilizzato sia per praticare basket che pallavolo e un’area con panchine e tavoli da picnic.

Cormano

Anche a Cormano sarà presto inaugurato un nuovo parco giochi inclusivo nell’area verde di via Eritrea, che sarà intitolato a Lorenzo Borrelli, un bambino vittima di una malattia rara.

Parco della legalità

A Rho è stata riqualificata l’area verde di fronte alla scuola Medaglie d’oro. Il progetto è frutto della proposta degli studenti dell’istituto comprensivo Franceschini di via Terrazzano nell’ambito del bilancio partecipativo dedicato alle scuole. Come indicato dai ragazzi, nel pacchetto è stata eliminata la siepe per una maggiore sicurezza e sono stati aggiunti giochi sensoriali per tutti i bambini e un percorso per far divertire i cani.

Sempre attraverso il bilancio partecipativo, in un terreno sequestrato alla mafia, in via San Bernardo è stato realizzato il Parco della legalità, proposto dal liceo Majorana. Gli studenti dell’Istituto Tommaso Grossi hanno invece proposto l’installazione di panchine “wi-fi”alimentate a energia solare per navigare gratuitamente e per ricaricare i dispositivi digitali alle fermate dei bus. In tutta Rho ne sono state inaugurate sette.

In breve

A Milano un giardino in memoria di Nilde Iotti

Alla presenza dell’assessore alla Cultura Filippo Del Corno, del Presidente del Consiglio comunale Lamberto Bertolé e dell’assessora alla Cultura...