16.9 C
Milano
15. 05. 2021 14:25

MIlano, all’asilo di via Massaua si battono i denti: condizioni inaccettabili per i genitori dei piccoli alunni

Il riscaldamento fa flop nell'asilo comunale: non è la prima volta

Più letti

«Nella scuola di mio figlio c’erano appena 3 gradi: bambini e maestre dovevano indossare tutto il tempo sciarpa e cappello». A parlare è Giuditta Serventi, mamma di un bambino che frequenta la scuola materna comunale di via Massaua.

Il racconto. Lunedì scorso i genitori sono dovuti andare a riprendere i bambini perché nella struttura, che ospita anche il nido, l’impianto di riscaldamento non funzionava. «Non era la prima volta che accadeva: era successo anche a ottobre, quando per fortuna non faceva ancora freddo, e a dicembre». Visto che il problema si protrae da un decennio, i rappresentanti dei genitori hanno scritto al Comune e alla direzione educativa del plesso chiedendo un intervento risolutivo.

L’assessore all’edilizia scolastica Paolo Limonta «ha risposto che intende stilare un programma di manutenzione. Speriamo, perché è proprio ciò che chiediamo», prosegue la mamma. Nella lettera si chiede anche di trovare spazi alternativi dove far stare i bambini. «Da giovedì scorso la temperatura è tornata accettabile e abbiamo saputo che un operaio avrebbe addirittura dormito nei locali della scuola per accertarsi che di notte l’impianto non si sarebbe bloccato, ma non possiamo continuare così: per i genitori è difficile organizzarsi all’ultimo momento per tenere i bambini a casa, e non tutti possono permetterselo. Mamme e papà del nido vorrebbero anche che la quota della retta venisse ridotta per i giorni in cui i termosifoni non hanno funzionato»

In breve

L’amministratore delegato dell’ex Ilva: «L’aria di Taranto è venti volte più pulita di quella di Milano»

Parole di fuoco quelle di Lucia Morselli, amministratore delegato di Acciaierie Italia Spa, che gestisce gli stabilimenti dell'ex Ilva...