21.9 C
Milano
19. 05. 2022 01:20

Cascina Sant’Alberto, un nuovo modello di economia solidale

Un progetto per offrire lavoro ai giovani immigrati e opportunità a chi vuole investire nell’agricoltura

Più letti

«C’sa Cascina Sant’Alberto. Nuovi modelli di economia solidale a sostegno dell’agricoltura sociale», è il progetto sviluppato a cascina Sant’Alberto, società agricola nata nel 1999 nell’area compresa tra i comuni di Cisliano e Rozzano e che negli anni grazie anche a fondi comunitari, ha intrapreso percorsi di riforestazione e ripopolamento faunistico della zona.

Cascina Sant’Alberto, così Milano offre lavoro

Diverse realtà del milanese hanno contribuito a C’SA: la Ong Acra che promuove modelli agricoli e pratiche di consumo sostenibili, il DESR distretto di salvaguardia e riqualificazione del parco agricolo sud Milano, l’ente di formazione Le Vele e la cooperativa agricola Madre Terra. Quest’ultima nasce per poter offrire un’opportunità di crescita e di lavoro nell’ambito agricolo ai ragazzi dell’associazione Una casa anche per te Onlus.

«Sono arrivato in Italia da solo, dopo un lungo viaggio. Presso il progetto ho trovato per prima cosa una casa, delle persone che si sono prese cura di me, degli amici. Ho potuto studiare e imparare la lingua. Ora parteciperò al tirocinio in campo e finalmente potrò trovare un lavoro», racconta Houssein uno dei sedici ex minori non accompagnati che, grazie anche ai fondi ottenuti con la partecipazione e la vittoria al bando indetto da Fondazione Cariplo “Coltivare Valore”, ha ottenuto un’occasione di crescita professionale presso la cascina. Si tratta di giovani d’origine straniera, impegnati nella coltivazione e raccolta di trenta varietà tra frutta e verdura che è svolta in base alla stagionalità dei prodotti.

La vendita avviene attraverso il coinvolgimento di 150 tra famiglie ed individui tramite i cosiddetti Gruppi d’Acquisto e la costituzione di una Amap (Associazione per il mantenimento dell’Agricoltura paesana). Chi aderisce all’acquisto con Amap, diviene a tutti gli effetti un socio ottenendo potere decisionale sui prodotti da coltivare durante l’anno. Partecipando attivamente tramite assemblee ed incontri al ciclo produttivo della cascina, si ottiene una conoscenza ed una consapevolezza maggiore su ciò che si acquista e si consuma, e pagandolo in anticipo si contribuisce alla crescita di un’economia locale.

Cascina Sant’Alberto, i contatti

Strada della Bazzanella , Rozzano (Mi)
Per informazioni sul progetto: giuliarivoli@acra.it
Per aderire all’acquisto dei prodotti e sostenere il progetto: info@desrparcosud.it

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...