24.1 C
Milano
29. 05. 2024 17:58

Il futuro del cavalcavia di Corvetto: highline milanese o demolizione?

Il progetto "Fly over live under" emerge come la soluzione più innovativa

Più letti

Il cavalcavia di Corvetto, storico raccordo dell’Autostrada del Sole costruito tra la fine degli anni ’50 e i primi anni ’60, è al centro di un rinnovato dibattito politico e civico a Milano. Le opzioni sul tavolo sono radicali: demolire l’infrastruttura o trasformarla in una versione milanese della famosa Highline di New York, un parco elevato urbano che ha rivitalizzato una vecchia linea ferroviaria.

Corvetto

Il futuro del cavalcavia di Corvetto, “Fly over live under” è il progetto che convince di più

Il progetto “Fly over live under”, proposto dal team multidisciplinare Fab For Future (FFF), emerge come la soluzione più innovativa per il cavalcavia di Corvetto. Vincitore di una competizione universitaria che ha visto la partecipazione di 28 proposte, il progetto mira a riconvertire completamente lo spazio sia sopra che sotto il cavalcavia. La visione per la parte superiore prevede la rimozione del traffico veicolare e la creazione di un percorso pedonale arricchito da pergole, sedute e aree verdi, offrendo ai cittadini una nuova prospettiva sulla città.

Il futuro del cavalcavia di Corvetto, aggregazione sociale e attività sportive

Per lo spazio sottostante, già valorizzato in passato con un murale durante la giunta Moratti, il progetto propone un’area di aggregazione sociale con attività sportive come pareti di arrampicata e campi da basket. Inoltre, il piano include la trasformazione del Piazzale Corvetto in una piazza multi-funzionale, riducendo drasticamente lo spazio auto e aumentando quello pedonale.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Il futuro del cavalcavia di Corvetto, meno spazi auto con aumento di quelli pedonali

Queste modifiche comporterebbero una riduzione significativa degli spazi auto (circa 5,5 ettari), un aumento degli spazi pedonali (circa 5,4 ettari), la piantumazione di 485 nuovi alberi e la creazione di circa 2.400 mq di nuove aree per attività ricreative e sociali. Il progetto prevede anche la costruzione di un nuovo edificio per servizi e attività commerciali, inclusi ristoranti e spazi co-working.

Il futuro del cavalcavia di Corvetto, tante proposte ma nessuna certezza

Nonostante l’entusiasmo per queste proposte, la realizzazione pratica rimane incerta. Mentre la città di Milano riflette sul potenziale di riqualificazione del cavalcavia di Corvetto, un dibattito simile si svolge intorno al cavalcavia di Monteceneri-Serra, un’altra infrastruttura problematica della metropoli. Con la speranza di non ripetere gli errori del passato, il dibattito su queste strutture potrebbe influenzare significativamente il futuro urbanistico e sociale di Milano.

In breve

FantaMunicipio #32: nuove pedonalizzazioni, ci vuole tattica per rallentare

Questa settimana torniamo a parlare di mobilità lenta, di sicurezza stradale e di pedonalizzazioni: sono infatti state approvate alcune...