24.1 C
Milano
29. 05. 2024 17:43

Hilton Milan Greenhouse: il primo orto urbano nato in un hotel

Sulla terrazza sospesa pomodori, melanzane, zucche, basilico, erbe aromatiche e molto altro

Più letti

L’Hilton Milan Greenhouse rappresenta una tappa fondamentale nell’impegno per la sostenibilità e l’ecologia urbana di tutti. La terrazza sospesa accoglie una varietà di colture, come pomodori, melanzane, zucche, basilico, erbe aromatiche e peperoncini di diversi livelli di piccantezza. Non mancano nemmeno le piante di limone e i fiori edibili. L’orto fornisce quotidianamente il ristorante CotoliAMO, riducendo così l’impatto ambientale grazie alla diminuzione delle emissioni causate dalla filiera alimentare.

Hilton Milan Greenhouse, il primo orto urbano nato in un hotel

Lo chef Paolo Ghirardi si prende cura personalmente di questa oasi verde, rispettando i cicli stagionali e raccogliendo direttamente gli ortaggi e le spezie necessarie per le sue ricette. Un esempio è il suo piatto vegetariano, composto al 100% da verdure provenienti dalla serra: fiore di zucca, melanzane, pomodoro e fiordilatte, crema di datterini gialli, gocce di basilico e chips di parmigiano. La serra trae ispirazione dall’anima green di Milano, città in cui l’hotel Hilton si trova. E si ispira al vicino Parco della Biblioteca degli Alberi, simbolo di una Milano sempre più attenta all’ambiente e al benessere dei suoi cittadini. Hilton Milan Greenhouse fa parte di una politica ESG estremamente ampia. Il General Manager Daniele Fabbri, membro del team ESG del Gruppo da 24 anni, è particolarmente coinvolto in questo progetto: «In vista dei prossimi 50 anni, miriamo a riposizionare l’hotel con una visione di sostenibilità ambientale e sociale. Vogliamo ridurre la nostra impronta ecologica e rispondere alle esigenze dei nostri clienti. L’impegno per pratiche ESG è diventato fondamentale per tutti coloro che fanno parte dell’industria dell’ospitalità. Hilton Milan Greenhouse è un’oasi nel cuore della città, un simbolo del nostro impegno per la sostenibilità e la creazione di un futuro più verde. Crediamo che l’eleganza e la sostenibilità possano coesistere, offrendo agli ospiti esperienze indimenticabili che hanno un impatto positivo sul pianeta» afferma il Direttore dell’Hilton Milan.

Lo chef che cucina con le erbe e i frutti dell’orto nato in un hotel

«Per il futuro, desidero ampliare la varietà di erbe aromatiche e ortaggi, come aglio rosso, basilico rosso, cavolo riccio, peperoni, friggitelli, melanzane perline e scalogno. In questo modo, potrò garantire una produzione sufficiente per la preparazione di piatti a “metro zero”. Questo ci permetterà di realizzare un menu degustazione che valorizzi gli ingredienti locali» dichiara lo chef Ghirardi. La sfida è continuare a innovare e agire in modo responsabile nel rispetto dell’ambiente e delle esigenze degli ospiti.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

La fondazione della catena di alberghi Hilton

La fondazione della catena di alberghi Hilton risale al 1919, quando Conrad Hilton acquistò il Mobley Hotel a Cisco, Texas. Questo è stato il primo passo di una lunga e ambiziosa avventura imprenditoriale. Negli anni successivi, Hilton ha continuato a espandersi, aprendo nuovi hotel negli Stati Uniti e in tutto il mondo. Il successo iniziale di Hilton si basava sulla sua abilità nel gestire gli affari e sulla sua attenzione per i dettagli, che gli ha permesso di offrire un servizio di alta qualità ai suoi ospiti. Inoltre, Hilton ha introdotto innovazioni nel settore alberghiero, come camere con bagno privato e servizio in camera 24 ore su 24. Queste innovazioni hanno contribuito a ridefinire il concetto di ospitalità e a rendere gli hotel Hilton rinomati per il loro lusso e comfort. La fondazione della catena di alberghi Hilton ha gettato le basi per il successo e l’espansione futura dell’azienda.

La crescita e l’espansione internazionale di Hilton

Dopo la fondazione, Hilton ha continuato a crescere e a espandersi a livello internazionale. Negli anni ’50, l’azienda ha aperto il suo primo hotel al di fuori degli Stati Uniti, a San Juan, Porto Rico. Da quel momento in poi, Hilton ha aperto nuovi hotel in diversi paesi del mondo, come Messico, Canada, Giappone e Regno Unito. L’espansione internazionale di Hilton è stata guidata dalla sua reputazione di fornire un servizio eccezionale e un’esperienza di soggiorno di alta qualità. Inoltre, l’azienda ha adottato una strategia di franchising, permettendo ad altri operatori di utilizzare il marchio Hilton per gestire gli hotel, accelerando così la sua espansione. Oggi, Hilton è presente in oltre 100 paesi, con migliaia di hotel e resort sparsi in tutto il mondo. La crescita e l’espansione internazionale di Hilton hanno contribuito a posizionare l’azienda come uno dei principali attori nel settore alberghiero globale.

In breve

FantaMunicipio #32: nuove pedonalizzazioni, ci vuole tattica per rallentare

Questa settimana torniamo a parlare di mobilità lenta, di sicurezza stradale e di pedonalizzazioni: sono infatti state approvate alcune...