20.8 C
Milano
29. 06. 2022 06:20

Sale l’attesa per la Prima al Teatro alla Scala: ad aprire la stagione il Macbeth

Cresce l'attesa per la Prima del Teatro alla Scala il 7 dicembre. Per la quarta volta l'opera di Verdi apre il programma scaligero

Più letti

Il Teatro alla Scala inaugura la sua Stagione d’Opera 2021/2022 il prossimo 7 dicembre alle ore 18.00 e lo fa, come da tradizione nel giorno di Sant’Ambrogio, portando il Macbeth di Giuseppe Verdi. Alla direzione musicale il Maestro Riccardo Chailly giunge alla sua ottava Inaugurazione di Stagione e porta a compimento la “trilogia giovanile” verdiana iniziata nel 2015 con Giovanna D’Arco e proseguita nel 2018 con Attila.

Teatro alla Scala, per la quarta volta Macbeth apre la stagione

Il regista Davide Livermore segna la sua quarta presenza consecutiva come guida artistica della Prima del Teatro alla Scala, proponendo l’allestimento del Macbeth più vicino alle città del nostro tempo, ispirandosi alle prospettive cittadine del film Inception di Christopher Nolan: la tragedia narrata da William Shakespeare nel 1623, e musicata poi da Verdi nel 1847, trova spunti narrativi in nuovi contesti, nella scenografia di grattacieli firmata da Giò Forma e nelle creazioni degli abiti di Gianluca Falaschi.

«La prima cosa che un regista deve chiedersi – afferma il regista Livermore, presente in conferenza stampa – è per cosa sia stata scritta l’opera e Verdi lo ha fatto per una assoluta contemporaneità: ha avuto bisogno di mettersi dinanzi a temi importanti come gli effetti di una tirannia. Il suo Macbeth era rivolto ad una società consapevole del fatto che una storia dell’Alto Medioevo proveniente dalla penna shakesperiana fosse a loro estremamente contemporanea ed è lì che noi operiamo ancora oggi».

Per la quarta volta il Macbeth inaugura la Stagione del Piermarini: gli interpreti scelti nelle parti principali sono Luca Salsi (Macbeth), Anna Netrebko (Lady Macbeth), Francesco Meli (Macduff) e Ildar Abdrazakov (Banco), volti noti alle produzioni della Scala. La new entry è rappresentata dal coreografo Daniel Ezralow, al suo debutto assoluto al Piermarini.

2000 posti per la Prima

Saranno 2000 i posti messi a disposizione per la Prima del Teatro alla Scala, segnando il settantesimo sigillo nella sua storia dopo l’edizione senza pubblico dello scorso anno imposta dalla pandemia. Per non creare assembramenti, è stato scelto, quest’anno, di non allestire alcun maxischermo in Galleria Vittorio Emanuele II o in Piazza Duomo.

L’appuntamento televisivo vedrà coinvolta nuovamente Rai Cultura che, in esclusiva, trasmetterà la diretta su Rai1, Radio 3 e Rai Play (disponibile on demand 15 giorni dopo l’evento). L’evento culturale più atteso dell’anno andrà in onda a partire dalle ore 17.45 del prossimo 7 dicembre, con al timone i “padroni di casa” Milly Carlucci e Bruno Vespa, nuovamente insieme per raccontare l’attesa della Prima con aneddoti, anteprime ed interviste insieme ai collegamenti di Stefania Battistini nel foyer. Le tre ore di messa in onda saranno comprensive di sottotitoli.

Qui date e biglietti del Macbeth al Teatro alla Scala.
spot_img

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...