20.3 C
Milano
14. 06. 2024 23:08

Nei Comuni milanesi ci sono ancora troppe barriere architettoniche: il piano per l’abbattimento

Stanziati 38 milioni per l'intera Regione Lombardia. La maggior parte dei fondi va all'area metropolitana di Milano

Più letti

Aumentare l’offerta abitativa pubblica, efficientare i processi dell’edilizia e soprattutto abbattere le barriere architettoniche: sono questi i principali obiettivi che rientrano nel piano di manutenzione programmata delle Aler lombarde per il biennio 2023-2024, già approvato dalla Giunta della Regione Lombardia. Stiamo parlando di un provvedimento accompagnato da uno stanziamento di quasi 38 milioni di euro. E la parte più consistente di queste risorse va proprio al territorio milanese.

Barriere architettoniche: il progetto

Dei 38 milioni di euro messi a disposizione per diverse aree della Lombardia, la maggior parte è per Milano e provincia: 15 milioni servono per le ristrutturazioni e 4,5 per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Considerando anche le risorse dirette di Aler, l’importo complessivo gli interventi solo per questo territorio è stimato tra i 39 e i 52 milioni di euro.

«Con la ‘Missione Lombardia’ – ha affermato l’assessore Franco – abbiamo avviato una vasta campagna di cantieri volta a incrementare il numero di alloggi assegnati. Su tutta la Lombardia, considerando anche le risorse delle Aler, abbiamo cantieri aperti per circa 600 milioni di euro. Ma guardiamo avanti programmando interventi anche nei prossimi anni. Il tema appartamenti sfitti è in testa alla nostra agenda, ma non è il solo: stiamo anche efficientando energeticamente e rendendo più sicuri gli immobili».

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

E ancora: «Lavorando a testa bassa – ha concluso l’assessore – siamo abituati a vedere, superare ed eliminare gli ostacoli, barriere architettoniche comprese. Superare una rampa di scale, mettere o sistemare un ascensore sono interventi più importanti di quanto possa sembrare».

Abbattimento della barriere architettoniche: i Comuni milanesi interessati

Vediamo a questo punto, nel dettaglio, l’elenco dei comuni della Città Metropolitana di Milano interessati dal piano di manutenzione e abbattimento barriere architettoniche patrimonio Aler (per un totale di 2640 alloggi): Abbiategrasso, Albairate, Arese, Binasco, Bollate, Bresso, Buscate, Bussero, Busto Garolfo, Canegrate, Cassano d’Adda, Cassina De Pecchi, Cassinetta di Lugagnano, Castano Primo, Cernusco sul Naviglio.

E ancora la lista prosegue: Cerro al Lambro, Cerro Maggiore, Cesano Boscone, Cesate, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese, Corbetta, Cornaredo, Corsico, Cusano Milanino, Dairago, Gaggiano, Garbagnate Milanese, Inzago, Lainate, Legnano, Magenta, Marcallo con Casone, Melegnano, Melzo, Mesero, Milano (2034 appartamenti).

barriere architettoniche

I Comuni interessati sono anche quelli di Nerviano, Novate Milanese, Ossona, Ozzero, Paderno Dugnano, Pantigliate, Parabiago, Paullo, Pero, Peschiera Borromeo, Pieve Emanuele, Pogliano Milanese, Pozzuolo Martesana, Rescaldina, Rho, Rosate, Rozzano, San Donato Milanese, San Giuliano Milanese, Sedriano.

Infine abbiamo Segrate, Senago, Sesto San Giovanni, Settala, Settimo Milanese, Solaro, Trezzano sul Naviglio, Trezzo sull’Adda, Truccazzano, Turbigo, Vanzaghello, Vaprio d’Adda, Vermezzo con Zelo, Vignate, Vimodrone, Vittuone e Zibido San Giacomo.

In breve

FantaMunicipio #34: inizia la stagione dei maxi eventi estivi

Ippodromo San Siro, ippodromo La Maura, San Siro e adesso anche Quinto Romano con il Latin Festival. Milano è...