12.4 C
Milano
28. 02. 2024 20:50

Chiara Ferragni e la fuga dei brand: anche Pigna interrompe la collaborazione

Prosegue così il momento nero per l'influencer, iscritta nel registro degli indagati di Milano con l’ipotesi di truffa aggravata per le vicende del pandoro Pink Chiristmas Balocco, delle uova di Pasqua Dolci Preziosi e per la bambola Trudi

Più letti

La Cartiere Paolo Pigna Spa ha interrotto i rapporti commerciali con le aziende collegate a Chiara Ferragni. La decisione, confermata dai vertici aziendali della società cartiera, è stata assunta, spiegano le stesse fonti, «nel rispetto del proprio codice etico aziendale, che si può consultare anche sul portale pigna.it, che esclude la collaborazione con soggetti terzi sanzionati dalle autorità competenti per aver assunto un comportamento non etico, corretto e rispettoso delle leggi».

Pigna e Chiara Ferragni, fine della partnership

Quanto deciso dall’azienda, che ha sede ad Alzano Lombardo, conferma le voci, rimbalzate su alcuni organi di stampa, sulla cessazione della collaborazione con l’influencer basate anche sulla rimozione della pagina ‘Chiara Ferragni Limited Edition’ sul sito della Pigna: il risultato, aprendo la pagina è “Errore 404”. La collaborazione tra Pigna e le aziende che fanno riferimento a Chiara Ferragni «è stata di natura unicamente commerciale – tengono a precisare dall’azienda – e ha riguardato la realizzazione di linee di prodotti di cancelleria per la scuola e per l’ufficio».

chiara ferragni
Chiara Ferragni

Tutti i guai di Chiara Ferragni

Prosegue così il momento nero per l’influencer, già iscritta nel registro degli indagati di Milano, con l’ipotesi di truffa aggravata, non solo per la vicenda del pandoro Pink Chiristmas della Balocco, ma anche per quelle delle uova di Pasqua della Dolci Preziosi e per la bambola Trudi promossa nel maggio 2019. Ferragni deve rispondere, quindi, di tre episodi con legali rappresentanti delle società produttrici. «Siamo totalmente certi della assoluta innocenza di Chiara e che detta innocenza emergerà dalle indagini che verranno condotte», hanno dichiarato gli avvocati dell’influencer, Giuseppe Iannaccone e Marcello Bana.

In breve

FantaMunicipio #21: tutto il fieno che va in cascina in città

Settimana ricca di incontri, di novità e di fieno in cascina in città. Sono in via di definizione gli...
A2A
A2A