4.8 C
Milano
28. 01. 2022 23:58

No Green Pass a Milano: richiesta per corteo in luoghi sensibili, si temono disordini

Sarà il 16esimo sabato di manifestazioni. Gli organizzatori hanno chiesto di sfilare davanti alla sede della Camera di Commercio e di Libero

Più letti

Per il corteo No Green Pass a Milano di questo sabato gli organizzatori hanno presentato alla Questura una proposta di percorso che tocca luoghi sensibili come la Camera del Lavoro e la sede del quotidiano Libero.

Il documento, che è giunto per mail all’indirizzo di posta elettronica della Questura di Milano, è ora in fase di valutazione.

Corteo No Green Pass a Milano: 16esimo sabato di manifestazioni

Quello del 6 novembre sarà il 16esimo sabato consecutivo di manifestazioni No Green Pass nel capoluogo lombardo.

La marcia dovrebbe partire da piazza Fontana alle 17: da lì i manifestanti hanno chiesto di potersi muovere verso piazza Duomo, quindi Porta Vittoria, viale Majno, corso Buenos Aires, via Vitruvio e via Galvani.

Luoghi sensibili, dialogo in corso

Le forze dell’ordine stanno lavorando per cercare un dialogo con gli organizzatori della manifestazione No Green Pass.

Il percorso indicato nella comunicazione arrivata alla Questura tocca infatti luoghi sensibili dove potrebbero avvenire scontri e generarsi momenti di tensione.

Tra questi c’è la sede della Camera del Lavoro di Milano, dove era stato organizzato un presidio dopo l’assalto alla sede della Cgil.

Nel penultimo corteo la Questura aveva vietato ai manifestanti di passare da Porta Vittoria, cancellando la richiesta dal percorso proposto dagli organizzatori.

E ancora: viale Majno, dove si trova la sede del quotidiano Libero. E poi corso Buenos Aires, la via dello shopping di Milano, da cui i commercianti avevano alzato il loro grido di protesta per dire basta alle manifestazioni (ne avevamo parlato qui).

La manifestazione dovrebbe concludersi davanti alla sede della Regione Lombardia.

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...