27.9 C
Milano
25. 06. 2022 15:34

Ambulanze in Area B, Granelli contro Piscina: “Dice falsità”. Il consigliere “Un incompetente”

L’assessore alla Sicurezza e Protezione Civile del Comune di Milano contro il neo eletto Consigliere comunale

Più letti

È scontro tra Marco Granelli e Samuele Piscina, il tema del contendere ancora una volta l’ingresso delle ambulanze in Area B a Milano. A mettere il turbo, per primo, era stato Samuele Piscina, che aveva denunciato l’impossibilità, per le ambulanze, di poter entrare in Area B (CLICCA QUI PER RILEGGERE L’ACCADUTO). Pronta è arrivata, tramite social, la risposta di Marco Granelli, già assessore alla mobilità nella scorsa legislatura di Beppe Sala e oggi alla guida dell’assessorato alla sicurezza e protezione civile.

Ambulanze in Area B, la difesa di Marco Granelli

Marco Granelli ha scritto: «ll neo consigliere comunale Piscina della Lega diffonde un volantino che dice: “Sala vieta alle ambulanze l’ingresso in area B.” FALSO. Infatti i veicoli immatricolati ambulanze sono derogati da area B automaticamente. Nei casi in cui eventualmente, per possibili disallineamenti delle banche dati della Motorizzazione e del sistema di area B, o per un’immatricolazione non specifica come ambulanza, la targa di un’ambulanza che usa un mezzo vecchio e inquinante come diesel euro 0, 1, 2, 3, non venga automaticamente derogata, l’ente può segnalare al Comune e registrarsi per la deroga, e così svolgere liberamente il suo prezioso servizio». L’assessore Granelli, dunque, difende l’operato suo e di chi l’ha preceduto continuando: «Infatti  l’ambulanza indicata da Piscina non ha ricevuto nessuna multa, ma una comunicazione dove si dice che il veicolo è entrato in area B e ha una classe inquinante e quindi non potrebbe entrare. Dal giorno del primo ingresso il veicolo potrà entrare per 50 giornate anche non consecutive, e nel frattempo iscriversi alle deroghe se ne ha diritto, oppure attrezzarsi per cambiare veicolo se non fosse ambulanza, anche accedendo ai contributi economici fino a 9 milioni di € messi a disposizione dal Comune. A Milano, primi in Italia, abbiamo ideato e realizzato un sistema per evitare il più possibile multe errate e ripetute». 

L’affondo su Samuele Piscina

Poi l’affondo: «Un consiglio però a Piscina: per fare il consigliere comunale a Milano, non basta fare dei bei volantini, bisogna anche informarsi e studiare. Buon lavoro Piscina, ma attenzione a quanto dici». 

La replica di Samuele Piscina 

Pronta è giunta, sempre tramite social network, la replica di Samuele Piscina: «Caro Assessore Granelli, mi spiace ti sia indispettito in seguito alla denuncia della tua totale incompetenza. Sicuramente una più attenta lettura del mio post di ieri ti avrebbe illuminato sulla richiesta di chiarimenti in merito alla lettera inviata a Mediolanum Soccorso (a tua firma) che annunciava il divieto del transito di un’ambulanza in Area B. Sei stato poco attento? Probabile…In 5 anni non sei riuscito a far coesistere la banca dati della motorizzazione e quella del Comune? È evidente! Anche se non fatto apposta, non cambia la gravità della mancanza. Diciamo che invece di mandare letterine a caso e arrabbiarti quando altri ti fanno notare errori madornali, forse dovresti fare mea culpa e cominciare finalmente a lavorare seriamente, visto che sei pagato dai cittadini». Di certo questo teatrino sull’ingresso delle ambulanze in Area B non giova a nessuno.

spot_img

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...