25.5 C
Milano
12. 04. 2024 20:22

Nuova stretta sull’ora dell’aperitivo: multe fino a 3.000 euro

Una circolare del Ministero dell'Interno chiede una maggiore stretta sui controlli nei luoghi della movida: in caso di assembramenti si rischiano multe fino a 3.000 euro

Più letti

L’ora dell’aperitivo continua a destare preoccupazione a Milano. Il rischio è ovviamente quello di nuovi assembramenti in stile Navigli, come qualche settimana fa.

La risposta dal Ministero. Nella giornata di ieri anche il governatore Fontana aveva mostrato una certa apprensione per la situazione nei luoghi della movida, in quanto a suo parere ci fossero ancora «piccole sacche sulle quali non si ha una convinzione sufficiente».

Il messaggio del presidente lombardo sembra esser stato recepito anche dal ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, la quale ieri sera ha inviato una circolare a tutti i questori dello Stivale invitandoli a stretti controlli nei luoghi della movida. «Alla luce del graduale riavvio delle attività economiche e di un progressivo riassetto della vita sociale – si legge nel testo – si richiama l’attenzione sulla necessità di orientare il massimo impegno verso il rispetto dei divieti di assembramenti e di aggregazioni di persone compresa l’osservanza delle misure di distanziamento sociale».

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Multe salate. Anche le contravvenzioni saranno inasprite. Chi si lascerà andare ai bagordi senza rispettare le regole rischierà multe dai 400 ai 3.000 euro. Per i negozianti, rei di aver creato assembramenti nei propri locali, c’è addirittura la possibilità della sospensione della licenza.

 

In breve

FantaMunicipio #26: come tanti Ciceroni fai da te, alla scoperta di alcuni angoli di quartiere

Quante volte camminiamo per la città, magari distratti o di fretta, e non ci accorgiamo di quello che ci...