7.7 C
Milano
24. 01. 2022 14:29

Comunali Milano 2021: Sala vince al primo turno. Lo spoglio minuto per minuto LIVE

Seguiamo live lo spoglio delle schede delle elezioni comunali 2021 a Milano: Sala vince al primo turno. Lo spoglio minuto per minuto LIVE

Più letti

Seggi chiusi a Milano per le elezioni comunali 2021. Dopo due giorni di votazioni (i cittadini avevano a disposizione le giornate di ieri e oggi).

Ecco gli aggiornamenti live sullo scrutinio delle schede dei cittadini milanesi che si sono recati alle urne.

Comunali Milano 2021, i seggi sono chiusi: lo spoglio minuto per minuto

Fine scrutinio. Beppe Sala si conferma vincitore con il 57,7% delle preferenze. Alle lista che lo hanno sostenuto vanno 31 seggi su 48 a Palazzo Marino. Lo sfidante del centrodestra, Luca Bernardo, si ferma al 31,97% conquistando 16 seggi. Terzo classificato, un pò a sorpresa, Luca Paragone con il 2,99%, che per lo 0,1% non riesce a superare la soglia di sbarramento del 3% fissata per l’ingresso in Consiglio Comunale. La candidata dei 5 stelle, Layla Pavone, si ferma al 2,70%.

Ore 2,30 – Si procede a rilento nelle fasi finali dello spoglio. Il candidato in lista più votato è Pierfrancesco Maran, del Pd, con 8.794 preferenze (al momento). Segue Anna Scavuzzo, sempre nella lista dei dem, con 4.365. Vittorio Feltri è stato il più votato tra i candidati di Fratelli d’Italia (2194 preferenze) mentre Silvia Sardone, capolista della Lega, ha raccolto fin qui 3.269 voti.

Ore 1,40 – Mancano circa 50 sezioni da scrutinare. Sala si conferma sopra il 57%, mentre Bernardo scende sotto il 32

Ore 00,00 – A mezzanotte si contano 1.086 sezioni scrutinate, ne mancano poco più di un centinaio. Testa a testa per il terzo posto tra Gianluigi Paragone, al 2,99%, e Layla Pavone (M5S), ferma al 2,7%.

Ore 23,15 – Manca ormai poco al 100% delle sezioni scrutinate. Siamo a 1.011 su 1.248. Oltre al crollo di Forza Italia, da segnalare anche quello del Movimento 5 Stelle che nel 2016 aveva raccolto il 10,4% delle preferenze e al momento è fermo al 2,71% (oltre 52mila voti allora, poco più di 10mila oggi).

Ore 22,30 – Le sezioni scrutinate sono 853 su 1.248. Si conferma il crollo di Forza Italia che è il terzo partito della coalizione di centrodestra: dal 20% della passata tornata, FI scende al 7,1%.

Ore 21,40 – Sono state scrutinate più della metà delle sezioni, 743 su 1.248. Perde terreno la Lega. Se infatti alle 19.45 era all’11,6%, adesso si ferma al 10,8%. Fratelli d’Italia, altro partito della coalizione di centrodestra, sfiora il 10%. Il Pd si conferma primo partito con oltre il 33%; nel 2016 i dem si erano fermati al 29%.

Ore 21,00 – Siamo a 589 sezioni scrutinate su 1.248 e il divario tra Beppe Sala e Luca Bernardo cresce: 56,8% contro 32,6%. Gianluigi Paragone si conferma per ora in terza posizione con un 3,07% contro il 2,8% della candidata grillina Layla Pavone.

Ore 20,20 – Continua lo spoglio delle schede (492 sezioni su 1.248) e il divario tra i due principali candidati resta invariato: Beppe Sala continua ad attestarsi sopra il 56,5% mentre Luca Bernardo viaggia attorno al 32,8%. Il Pd resta il primo partito con il 33,4% delle preferenze.

Ore 19,45 – Dai dati dello spoglio (circa un quarto delle schede scrutinate) emergono le prime significative indicazioni sulle liste del prossimo consiglio comunale: Pd al 33%, Lega all’11,6%, Fratelli d’Italia al 9,8%, lista Beppe Sala Sindaco all’8,7%, Forza Italia al 7,4%, Europa Verde al 5%.

Ore 19,40 – Anche i primi dati reali, quelli dello spoglio delle schede, confermano il netto vantaggio di Beppe Sala al 55,9% contro Luca Bernardo al 33,3%. Dietro si piazza Gianluigi Paragone poco sopra la candidata del M5S, Layla Pavone (355 sezioni su 1.248)

Ore 19,30 – Terza proiezione SWG: Sala 56,5%, Bernardo 32,6%, Pavone 3,20%, Paragone 2,8%, altri candidati 4,90%. Copertura 39%.

Ore 17,30 – Seconda proiezione SWG: Sala 57%, Bernardo 31,5%, Pavone 3,40%, Paragone 2,90%, altri candidati 52’%. Copertura 16%.

Ore 17.20 Giuseppe Sala è arrivato nella sede del comitato elettorale, al momento non ha rilasciato dichiarazioni.

Ore 16.40 – Prima proiezione SWG: Sala 58.20%, Bernardo 30.70%, Pavone 3,40%, Paragone 2,80%, altri candidati 4,90%. Copertura 10%.

Ore 16,10 – Prima proiezione Rai: Sala 56%, Bernardo 33,9%, Pavone 3,9% e Paragone 2,9%. Copertura 4 %.

Ore 16 – Secondo quanto riportato dall’Ansa il risultato dell’affluenza a Milano (47,6%) è il più basso di sempre. Nel 2016, quando si votò in un solo giorno, arrivò al 54,6%. Nel 2011 addirittura al 67,5%.

Ore 15,45 – Prime proiezioni flash per le Comunali Milano 2021: Sala 56,2-60,2; Bernardo 27,2-31,2. Copertura 2% (fonte SWG).

Ore 15 – Secondo i primi Exit poll diffusi da Consorzio Opinio Italia per Rai, Sala è accreditato di una forchetta tra 54-58% di voti, Bernardo 32-36%, Pavone e Paragone entrambi al 2-4%.

Dati simili per SkyTg24 (Instant Quorum/youTrend): Sala 51-55%, Bernardo 32-36%, Paragone 3-7%, Pavone 2-6%.

Stesso trend per Tecné per Mediaset: Sala (53-57%), Bernardo (33-37%) e Pavone (2-6%).

In tutta la Lombardia, compresa Milano, sono 236 i Comuni in cui è prevista la votazione del primo cittadino per un totale di oltre due milioni di cittadini chiamati al voto. Qui la nostra guida con tutti i candidati città per città.

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...