3.8 C
Milano
10. 12. 2022 10:47

“Le voci sole”, Giovanni Storti passa al drammatico: «Una storia vera e forte»

Il film in sala da oggi fino a mercoledì

Più letti

Un debutto da solista in un inedito ruolo drammatico per Giovanni Storti nel film “Le voci sole”, in sala il 4, 5 e 6 luglio 2022 con Medusa Film. Affiancato da Alessandra Faiella, altra storica attrice comica e Davide Calgaro (Odio l’Estate), l’attore milanese è protagonista di un’opera originale, interessante, già premiata al Seattle International Film Festival.

“Le voci sole”, il debutto solista di Giovanni Storti

Questa la sinossi del film: a causa della pandemia, Giovanni si ritrova senza lavoro. Costretto a emigrare in Polonia per cercare una nuova occupazione, resta in contatto con la moglie e il figlio grazie a lunghe videochiamate quotidiane in cui la donna gli insegna a cucinare da remoto. Quando una di queste telefonate diventa inaspettatamente virale in rete, la coppia raggiunge una popolarità che pare la soluzione di tutti i loro problemi economici. Presto però questa botta di fortuna si trasformerà in una trappola…

«Questo è il mio primo ruolo drammatico e mi piace molto. Ho scelto di partecipare a questo progetto perché mi fido di Andrea e Marco, con i quali ho già lavorato in passato. Quando mi hanno proposto questo lungometraggio ho detto sì, perché è una idea originale che mi è piaciuta subito, ancora una volta una storia vera e forte», ha spiegato Giovanni Storti.

giovanni storti

«I temi sono molto attuali e sono quelli che mi hanno convinto a fare questo film: la storia di una famiglia che vive con lo stipendio del padre, che si trasferisce con l’azienda in Polonia, per non perdere il lavoro e che ben presto scopre che come la celebrità data inaspettatamente dai social sia un’arma a doppio taglio, e piuttosto pericolosa».

“Le voci sole” è scritto da Andrea Brusa ed è prodotto da Andrea Italia per Nieminen Film in collaborazione con Point Nemo e Èliseo Multimedia. Opera prima di Brusa e Scotuzzi, già pluripremiati per i loro cortometraggi precedenti, Il muro bianco e Respiro, finalisti ai Nastri d’Argento e Magic Alps, nominato ai David di Donatello, con protagonista proprio Giovanni Storti.

In breve

FantaMunicipio #13: da orti abusivi a spazi verdi. La nuova classifica

Un paio di sopralluoghi per gli spazi verdi in città hanno ridato attenzione a due aree della città su...