3.8 C
Milano
10. 12. 2022 02:41

Lettera degli scienziati all’Oms: «Spiegate che il coronavirus si diffonde nell’aria»

Una lettere di alcuni scienziati chiede all'Oms di far maggior chiarezza sulla modalità di trasmissione del virus

Più letti

Un folto gruppo composto da 232 scienziati provenienti da tutto il mondo ha scritto all’Oms per una campagna informativa più chiara che spiegasse quanto il coronavirus possa galleggiare nell’aria e propagarsi facilmente.

La diffusione del virus. Gli esperti spiegano da mesi che il virus si diffonde facilmente negli spazi poco ventilati, a causa dei droplet emessi dalle persone attraverso naso e bocca.

Le goccioline di dimensioni maggiori cadono velocemente sulle superfici e sono poi portate a occhi, naso e bocca attraverso le mani; quelle più piccole invece restano più a lungo nell’aria con il rischio di essere inalate nei polmoni. Oltre a usare le mascherine Ffp2 o a filtro maggiore, ci si può proteggere aumentando e migliorando la ventilazione dei locali e mantenendo le distanze.

Nonostante il meccanismo di propagazione sia ben chiara, pare che le agenzie – come dichiara Donald Milton, uno dei firmatari e professore all’Università del Maryland – sembrino scettiche a parlare della diffusione area del virus.

 

In breve

FantaMunicipio #13: da orti abusivi a spazi verdi. La nuova classifica

Un paio di sopralluoghi per gli spazi verdi in città hanno ridato attenzione a due aree della città su...