8.2 C
Milano
25. 04. 2024 10:50

Manifestazione per le famiglie omogenitoriali: «Giù le mani dai nostri figli». In piazza Schlein e Sala a sorpresa. Il video

Tanti palloncini rosa, bandiere arcobaleno e le note della canzone Bella Ciao fanno da sfondo alla protesta dei milanesi e degli attivisti

Più letti

Migliaia di persone hanno preso parte alla manifestazione per le famiglie omogenitoriali a Milano. La protesta, inizialmente prevista sotto la Prefettura del capoluogo lombardo, si è tenuta oggi, sabato 18 marzo 2023, in piazza della Scala. «Giù le mani dai nostri figli» è stato lo slogan. Tanti palloncini rosa, bandiere arcobaleno e sotto la canzone Bella Ciao. In piazza c’era, come previsto, la segretaria del Pd Elly Schlein e, a sorpresa, è arrivato anche il sindaco Beppe Sala. «Io sono con voi. Il governo sta facendo di tutto per umiliare chi non la pensa come loro. Questo problema va portato in Parlamento. Lottiamo insieme», le parole del primo cittadino meneghino.

Manifestazione per le famiglie omogenitoriali

Manifestazione per le famiglie omogenitoriali: la situazione in piazza della Scala

La manifestazione per le famiglie omogenitoriali «Giù le mani dai nostri figli e dalle nostre figlie» è stata promossa da I Sentinelli, associazione Famiglie Arcobaleno e CIG Arcigay per protestare contro lo stop imposto al Comune alle trascrizioni dei figli di coppie dello stesso sesso.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

In una piazza della Scala piena di persone, tutti indossavano una maglietta rosa con la scritta «È l’amore che crea una famiglia», ma c’erano anche cartelli che recitano, «spiegate voi a mio figlio che non sono sua madre». Vladimir Luxuria modera l’evento. Presenti anche, fra gli altri, Francesca Pascale e il segretario di +Europa Riccardo Magi.

Le parole di Elly Schlein alla manifestazione per le famiglie omogenitoriali

«Ci stiamo già muovendo e c’è qui anche Alessandro Zan per portare avanti anche in parlamento le aspettative che sono emerse dalla piazza. Cioè di poter vedere riconosciuto per legge il diritto delle coppie omogenitoriali, con una norma preparata e scritta insieme alle associazioni, alle famiglie arcobaleno e alla rete Lenford. Saremo al loro fianco come in piazza anche in parlamento», ha detto la segretaria del Pd alla manifestazione per le famiglie omogenitoriali di oggi,

«Dobbiamo convincere questo governo che le discriminazioni non hanno portato mai a un avanzamento della società, perché la società più sicura è quella più inclusiva, che non discrimina, che non lascia indietro nessuno e nessuna. È quella società che si rende conto che contro questi bambini e bambine crudelmente si sono scagliati coloro che oggi governano il Paese, ma sono bimbi come tutti e vanno già nelle nostre scuole, stanno crescendo nelle nostre comunità», ha concluso.


Lo scorso giovedì avevamo scritto:

Sabato 18 marzo 2023 si tiene un’importante manifestazione a Milano a difesa delle famiglie omogenitoriali, dopo l’ultima decisione presa dal governo che ha cambiato le carte in tavola per i figli di coppie gay residenti nel capoluogo lombardo. A partecipare all’evento – che prevede l’arrivo di migliaia e migliaia di persone – è anche la segretaria del Pd Elly Schlein, che da tempo si batte per i diritti della comunità Lgbt+.

Famiglie omogenitoriali, sabato la manifestazione davanti alla Prefettura di Milano

A organizzare la protesta di sabato è da un lato il partito guidato da Schlein, dall’altro l’insieme delle varie associazioni Lgbt+. Si protesta sotto la Prefettura del capoluogo lombardo contro lo stop alla registrazione dei figli delle famiglie omogenitoriali entrato in vigore qualche giorno fa a Milano, dopo il pressing del Viminale e del governo sul sindaco Beppe Sala.

Elly Schlein ribadisce che il Pd prende parte al presidio di sabato e intanto attacca quella che viene definita dalla politica una «scelta scellerata» della maggioranza. La segretaria dem sostiene: «Non si capisce come mai questa destra ce l’abbia così tanto con i bambini e le bambine».

Milano Pride 2022 - Foto di Roberta Gianfrancesco LR Famiglie arcobaleno famiglie omogenitoriali

Manifestazione a Milano per i diritti delle famiglie omogenitoriali

La manifestazione di sabato 18 marzo 2023, alle ore 15.00, a Milano è dunque non solo per i figli di coppie composte da persone dello stesso sesso, ma, più in generale, per le famiglie omogenitoriali presenti in tutta Italia e che, al momento, non godono degli stessi diritti delle altre.

Il grande assente a questo presidio è il primo cittadino di Milano Beppe Sala. Il motivo?  «Adesso tocca alla mia parte politica», spiega il sindaco del capoluogo meneghino. «Io ci metto sempre la faccia ma vorrei essere certo che soprattutto la mia parte politica poi faccia il suo», continua.

E ancora: «Ne ho discusso anche con la segretaria Schlein che concorda sul fatto che questo ormai è un tema politico da regolamentare. Dicano quello che vogliono fare». Sala Ehi pretende poi che la questione arrivi fino alla sede del Parlamento: «Credo che sia giusto far sentire la voce e manifestare. Però questo è diventato ormai un problema politico. Vorrei che il Parlamento e in particolare la nostra parte politica si esponesse. Milano è stata in prima linea anche rispetto al supporto al ddl Zan e poi abbiamo visto come è finita», conclude infine.

In breve

FantaMunicipio #27: quanto ci fa bene l’associazionismo cittadino

Pranzi, musica, poesia, arte, intrattenimento, questionari, flash mob e murales: tutto all'insegna dell'associazionismo cittadino e delle comunità che popolano...