14.1 C
Milano
26. 05. 2024 05:47

Scuola del parco Trotter, manganellate e spray al peperoncino per bloccare una donna. Sala: «Fatto grave». VIDEO

Secondo una prima ricostruzione, i vigili sono stati chiamati alle 8.15 dai genitori di una scuola perché una donna stava importunando i bimbi all'ingresso

Più letti

Una ragazza bloccata usando anche il manganello da quattro agenti della polizia locale di Milano: è questo quanto si vede in un video girato da alcuni studenti dell’università Bocconi questa mattina. Il filmato, diventato virale con coté di polemica sulla violenza, mostra la parte finale dell’intervento degli agenti nei confronti di una giovane donna con un approccio duro per immobilizzarla.

Manganellate e spray al peperoncino: cos’è successo a Milano

Secondo una prima ricostruzione la persona bloccata, una transessuale brasiliana con precedenti, era stata segnalata dai genitori della scuola del parco Trotter, in via Giacosa, perché in parte svestiva, completamente alterata, urlava di avere l’aids. Lo ha urlato anche agli agenti che sono intervenuti e che, ha spiegato Vincini, sono riusciti a fatica a contenerla. La quarantunenne senza permesso di soggiorno e con una serie di precedenti è stata fatta salire sull’auto per portarla all’ufficio centrale arresti e fermi della polizia locale di via Custodi, nella zona dei Navigli non lontano dall’università Bocconi.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Lei, ha spiegato Daniele Vincini del Sulpl, ha iniziato a dare testate e si è finta svenuta. E quando gli agenti stavano aprendo la portiera ha dato un calcio violento ed è uscita, dando un calcio a un agente, «che ha una prognosi di 15 giorni, per scappare a piedi fino al luogo dove è stata fermata. Gli agenti sono stati costretti ad usare il distanziatore e lo spray per portarla via. E noi siamo al loro fianco, anche con i nostri avvocati se sarà necessario».

manganellate
manganellate

Il video è stato raccolto da Milanobelladadio e le immagini sono sfuocate per via della violenza delle azioni riprese. La Procura di Milano sta facendo accertamenti sul caso del video amatoriale, diffuso sui social, che riprende la scena dell’arresto da parte di agenti della Polizia locale di una donna che, per essere ammanettata, viene colpita violentemente con manganelli e calci.

Manganellate ad una donna: le parole di Sala

«Mi sembra un fatto veramente grave». Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha commentato a margine del Consiglio metropolitano il video che ritrae alcuni agenti della polizia locale che bloccano una persona anche usando anche il manganello. «Non è certo una bella immagine anzi è un fatto grave. Però per potere formalmente intervenire è necessario che la polizia locale faccia una relazione, nelle more di questa relazione i vigili in questione sono stati messi in servizi interni».

manganellate
manganellate

«Poi alla luce del risultato della relazione si potranno fare due cose – ha aggiunto Sala -: prendere provvedimenti come ad esempio la sospensione o anche arrivare a fare una denuncia, cosa da non escludere, da parte nostra all’autorità giudiziaria. Adesso non voglio dire cose non precise e aspetto di leggere la relazione altrimenti rischierei di dare un commento generico e non posso farlo», ha concluso.

In breve

FantaMunicipio #31: sempre più verde nelle aree riqualificate?

Una città più verde, ma verde davvero, fa bene a tutti. Ma c'è ancora tantissimo da fare. Alcuni rappresentanti...