22.9 C
Milano
28. 06. 2022 04:36

12 dicembre, a Milano è il giorno della memoria: 52 anni fa la strage di piazza Fontana

52 anni fa alla Banca Nazionale dell'Agricoltura in piazza Fontana un ordigno neofascista causò la morte di 17 persone: gli appuntamenti per non dimenticare una delle pagine più buie della storia italiani

Più letti

È il momento di ricordare e fare silenzio. Il 12 dicembre 1969 alle 16,37 alla Banca Nazionale dell’Agricoltura in piazza Fontana a Milano, esplose un ordigno causando la morte di 17 persone e il ferimento di altre 88. L’Italia entrava in una delle pagine più buie della sua storia, quella del terrorismo. A distanza di 52 anni è ancora doveroso non dimenticare e continuare a cercare la verità.

Le iniziative in ricordo della strage di piazza Fontana

Come consueto, oggi alle 16.37 verranno deposte corone di fiori e si osserverà un minuto di silenzio e riflessione in piazza Fontana. A prendere parte alla commemorazione ci sarà anche il sindaco Beppe Sala, accompagnato dal vicepresidente dell’Associazione dei familiari delle vittime Paolo Silva, del presidente del Comitato permanente antifascista Roberto Cenati, del segretario della Cisl milanese Carlo Gerla, del presidente nazionale dell’Anpi Gianfranco Pagliarulo.

Le formelle in piazza Fontana
Le formelle in piazza Fontana

Ci sarà anche la giovane avvocato Federica Dendena, nipote di una delle vittime della strage di piazza Fontana. «Per me è innanzitutto un onore essere su quel palco e rappresentare il disegno dell’associazione dei familiari, cioè il passaggio del testimone della memoria tra le generazioni — ha spiegato l’avvocato 36enne al Corriere — perché è importantissimo continuare a tramandare non soltanto il ricordo di quanto è accaduto e di chi furono i responsabili di quella strage, ma anche la memoria di chi ha perso la vita quel giorno: non si tratta di un numero di vittime, ma di persone, di famiglie, di vite spezzate».

Gli altri appuntamenti

Oltre alla commemorazione di piazza Fontana sono previsti altri appuntamenti a Milano per ricordare la strage. Oggi alle 18 al Museo del Novecento andrà in scena la performance dell’artista Ferruccio Ascari del comitato “Non Dimenticarmi”, dal titolo “Chi è Stato?”. Un titolo provocatorio che pone l’accento sui lati oscuri della strage. A distanza di 52 anni è ormai noto che a mettere la bomba furono i gruppi neofascisti, ma restano ancora tante ombre sui loro rapporti con gli apparati dello Stato.

Sempre oggi alle 18,30, presso la Casa della Memoria, i musicisti Antonella Moretti e Mauro Revelli si esibiranno in un concerto per pianoforte che prende il titolo “Quando la città brucia”. Alle 21 ci sarà anche un altro concerto in Conservatorio per ricordare la strage di piazza Fontana.

Il 15 dicembre invece sarà il giorno del ricordo di Giuseppe Pinelli, l’anarchico arrestato in seguito alla strage ed ucciso in Questura durante gli interrogatori. Alle 18, sempre in piazza Fontana, ci sarà un presidio artistico e musicale promosso dal comitato «Milano antifascista antirazzista meticcia e solidale».

 

 

 

spot_img

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...