21.4 C
Milano
22. 05. 2024 12:46

Trovato il corpo di Giulia Tramontano, il compagno confessa: «L’ho uccisa io a coltellate e ho tentato di bruciare il cadavere»

Il compagno di Giulia, Alessandro, ora è accusato di omicidio aggravato, interruzione di gravidanza non consensuale e occultamento di cadavere

Più letti

È stata trovata senza vita Giulia Tramontano, la 29enne di Senago al settimo mese di gravidanza della quale non si avevano più notizie dallo scorso sabato. Il cadavere si trovava non lontano dalla sua abitazione, dietro ad alcuni box in via Monte Rosa. A far recuperare il corpo della ragazza è stato il fidanzato e futuro papà del bimbo che Giulia portava in grembo, Alessandro Impagnatiello. Quest’ultimo, barman di 30 anni in un noto locale di Milano, è crollato nella notte tra mercoledì 31 maggio e giovedì 1 giugno: ha confessato di aver ucciso lui la compagna. Ora è accusato di omicidio aggravato, interruzione di gravidanza non consensuale e occultamento di cadavere.

Trovato il corpo di Giulia Tramontano: la dinamica dell’omicidio

L’uomo avrebbe detto agli investigatori di aver fatto tutto da solo: l’avrebbe uccisa a coltellate e poi avrebbe provato a bruciare il corpo, ma senza successo. Il cadavere infatti, rivenuto avvolto in alcuni sacchi di plastica, non era del tutto carbonizzato al momento del ritrovamento. L’omicidio sarebbe avvenuto nell’abitazione nella serata di sabato scorso, dopo che quel giorno Giulia Tramontano aveva incontrato l’amante di Alessandro, una ragazza americana collega del 30enne, con cui il fidanzato da mesi portava avanti una relazione parallela all’insaputa di entrambe le donne. Anche l’altra era incinta.

Dopo l’omicidio, Alessandro avrebbe caricato il corpo di Giulia nella propria macchina, vagando per alcuni chilometri. Il 30enne avrebbe anche cercato la collega americana dopo il delitto. «Lei se ne è andata, ora sono un uomo libero», le avrebbe detto, giurando che il bambino che Giulia aspettava non era suo. Cinque minuti prima che Giulia entrasse in casa, Alessandro aveva cercato su Internet “come disfarsi di un cadavere in una vasca da bagno” e “come ripulire macchie di bruciato”.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Fondamentali sono stati i ritrovamenti di sangue da parte dei carabinieri della sezione Rilievi scientifici e della squadra Omicidi. Essi hanno ispezionato l’appartamento della coppia e hanno trovato tantissime tracce in casa, sul pianerottolo e sulle scale del condominio. Ora Impagnatiello è stato portato nel carcere di San Vittore

Senago, Giulia Tramontano scomparsa dopo aver scoperto il tradimento del fidanzato: era incinta anche l’amante (31 maggio 2023)

Ci sono novità sul caso di Giulia Tramontano, la ragazza incinta al settimo mese scomparsa da Senago, alle porte del capoluogo lombardo, dove abitava insieme al fidanzato Alessandro, barman di 30 anni in un locale di lusso a Milano. Secondo quanto emerge dalle ultime indagini, la giovane sarebbe sparita dopo aver scoperto di essere stata tradita. Sembra inoltre che anche l’amante del compagno fosse incinta ma avesse deciso di interrompere la gravidanza. I tre si sarebbero poi incontrati e avrebbero avuto un concitato faccia a faccia.

Giulia Tramontano scomparsa: cos’è successo

Giulia, 29 anni, originaria di Sant’Antimo (Napoli), conviveva con il compagno Alessandro, che aveva a sua volta un figlio di 6 anni nato da una precedente relazione. L’uomo però aveva un’amante e lei lo aveva scoperto sabato scorso, poche ore prima della scomparsa. Lo aveva confidato alla madre, alla sorella e all’amica. Il suo ultimo messaggio recitava: «Sono turbata, vado a dormire». Poi della giovani ragazze incinta si è persa ogni traccia.

Giulia Tramontano
Giulia Tramontano

La famiglia di Giulia Tramontano, non appena ha appreso la notizia della sua scomparsa, è corsa a Senago. La prima ipotesi e che lei si sia allontanata a causa della grande delusione ricevuta. Tuttavia, con il passare delle ore e dei giorni, i carabinieri stanno valutando anche la pista dell’allontanamento non volontario. Proseguono senza sosta le indagini. Intanto il pm Alessia Menegazzo ha aperto un fascicolo sulla vicenda e sono al vaglio degli investigatori tabulati telefonici, pc e cellulari e telecamere.

Per adesso Alessandro non risulta essere iscritto nel registro degli indagati. È stato lui la scorsa domenica ad aver presentato la denuncia della scomparsa della sua fidanzata, che al momento si trova al settimo mese di gravidanza. Ci sono però alcuni buchi e cose che non tornano nel suo racconto.

In breve

FantaMunicipio #31: sempre più verde nelle aree riqualificate?

Una città più verde, ma verde davvero, fa bene a tutti. Ma c'è ancora tantissimo da fare. Alcuni rappresentanti...