15.8 C
Milano
10. 05. 2021 07:16

In 300 assembrati per il video del rapper: in via Micene scoppia la guerriglia con la Polizia

Più letti

Un gruppo di circa 300 ragazzi si è ritrovato per un video rap in via Micene, alla periferia di Milano, senza alcun distanziamento intorno alle 17.30 di oggi. Durante le riprese del video del marocchino Neima Ezza, diversi ragazzi, di un età fra i 16 e i 20 anni, sono saliti sul tetto delle auto parcheggiate e hanno iniziato a saltare.

L’intervento. Vedendo le immagini, sul posto sono stati inviate cinque squadre del Reparto Mobile della Polizia di Stato e del Battaglione dell’Arma dei Carabinieri al momento impegnate in città in servizi anti-assembramento, coordinate da un Primo Dirigente e da Funzionari. Inizialmente i ragazzi sono scappati, poi si sono ricompattati in piazzale Selinunte, che si trova in uno dei quartieri di case popolari, e qui è iniziata una sorta di guerriglia urbana, con il lancio di oggetti verso gli agenti al grido di “andatevene”, e “fuori dalle nostre zone”. Una volta dispersi i giovani con il lancio di un lacrimogeno, la Questura ha mantenuto un presidio di polizia sul posto.

Il comunicato. Questa la ricostruzione ufficiale della Questura: “Sabato pomeriggio a Milano, la Polizia di Stato è intervenuta in via Micene dopo aver ricevuto la segnalazione di una folla di giovani ragazzi che si era ivi radunata verso le ore 17.30. Mentre in Centrale Operativa si seguiva l’assembramento tramite la visione delle telecamere in zona, la Questura di Milano ha organizzato un servizio inviando tempestivamente sul posto cinque aliquote del Reparto Mobile della Polizia di Stato e del Battaglione dell’Arma dei Carabinieri al momento impegnate in città in servizi anti-assembramento, coordinate da un primo dirigente e da funzionari. All’arrivo delle squadre di ordine pubblico – prosegue la nota – circa 300 giovani tra i 16 e i 20 anni, che dalla visone delle telecamere si erano ritrovati in occasione delle riprese video di un rapper ed erano saliti sulle auto in sosta cantando e saltando, si sono inizialmente dati alla fuga in direzione di piazzale Selinunte per poi compattarsi e iniziare un lancio di pietre, bastoni e bottiglie verso i poliziotti che sopraggiungevano. Per disperdere i giovani che si erano assembrati, e che si sono rivolti alle forze dell’ordine al grido di “andatevene”, “fuori dalle nostre zone”, si è reso necessario il lancio di un lacrimogeno. La questura di Milano, ripristinata la situazione, ha mantenuto un presidio di polizia in zona sino al completo ripristino dell’ordine”.

Il rapper. Neima Ezza, nato in Marocco, è cresciuto in quel quartiere. Sin dall’esordio, che risale al 2018, canta il disagio delle periferie milanesi e si è fatto conoscere in particolare con i brani Essere ricco e Amico. Aveva annunciato la realizzazione del video su Instagram.

In breve

Festa Inter, tifoso perde il treno e va a prostitute: accoltellato

Ieri è andato in scena una nuova festa per l'Inter scudettato. Tra i tifosi in festa a Milano anche...