21.2 C
Milano
26. 06. 2022 06:43

Lombardia, al via la settimana del vaccino antinfluenzale: tutto quello che c’è da sapere

Da dopodomani al via le prenotazioni per “fragili” e donne in gravidanza. Poi i bambini

Più letti

Da giovedì 4 novembre tutti i cittadini lombardi “fragili” e le donne in gravidanza potranno prenotare il proprio vaccino antinfluenzale.

Tutto quello che c’è da sapere sul vaccino antinfluenzale

Un’opportunità che già da qualche giorno è stata offerta alle persone che hanno più di 65 anni. Dal 9 novembre, invece, toccherà ai bambini da 6 mesi a 6 anni ed infine dal 15 novembre le altre categorie previste dalla circolare ministeriale.

«Per la stagione antinfluenzale 2021/2022 abbiamo messo a disposizione dei cittadini quasi 2,8 milioni di dosi – spiega la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti -. Abbiamo pensato infatti a un’offerta sul territorio che fosse la più capillare possibile». E ancora: «Abbiamo coinvolto 6.200 studi di Medici di medicina generale, 76 centri vaccinali delle Asst/hub Covid e 57 altri spazi dedicati, individuati dalle Asst anche con la collaborazione dei Comuni».

Letizia Moratti, agenzia Fotogramma

«L’emergenza sanitaria causata dalla diffusione del coronavirus – ha concluso – ha reso indispensabile rafforzare la capacità di reazione in tempi brevi del Sistema Sanitario. In questo contesto, il vaccino antinfluenzale è pertanto un alleato importante e risulta fondamentale per le persone ad alto rischio di complicanze».

Avanti con le terze dosi

Nel frattempo proseguono le somministrazioni della terza dose del vaccino anti-Covid per over 60 e persone maggiorenni con elevata fragilità. La “dose booster” può essere somministrata solo se sono trascorsi almeno 6 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario.

Per sapere se si rientra in questo target è possibile consultare, attraverso il portale di Regione Lombardia, la tabella del Ministero della Salute che riporta le condizioni concomitanti/preesistenti di elevata fragilità per le quali sono state fornite indicazioni in merito alla somministrazione della dose ‘booster’.

Per dubbi o approfondimenti, il medico/pediatra o specialista rimangono sempre i riferimenti principali a cui rivolgersi. In questa fase della campagna vaccinale i Centri lombardi possono offrire la co-somministrazione del vaccino anti-Covid e antinfluenzale, in coerenza con la disponibilità di quest’ultimo. Pertanto i cittadini over 65 e quelli con elevata fragilità, che si prenotano sul portale di Regione Lombardia per la somministrazione della dose “booster”, potranno ricevere pure a questo servizio. Info al numero gratuito 800.894.545.

 

spot_img

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...