4.4 C
Milano
22. 01. 2022 22:48

No Green pass, oggi l’ennesima manifestazione a Milano: si temono nuove derive violente

No Green pass e No Vax nuovamente per le strade di Milano contro le misure governative.

Più letti

Gli ultimi arresti, cinque solo lo scorso weekend, non sembrano aver intimorito i manifestanti No Green pass che come ogni sabato si ritroveranno anche oggi in strada a Milano.

No Green pass: gli eventi della scorsa settimana

Dopo i cinque arresti e gli scontri dell’ultima manifestazione del 2 ottobre, i No Green pass tornano in piazza contro le misure governative al grido di «Libertà, Libertà», «Stop alla dittatura» e «Giù le mani dai bambini». Si tratta dell’ennesimo sabato consecutivo di protesta. Lo scorso weekend si sono dati appuntamento in circa 4.000 in piazza Fontana con direzione centro. Approfittando della giornata densa di mobilitazione cittadina, un gruppo di persone si era distaccata dal corteo per dirigersi verso piazza delle Repubblica. Sono allora intervenute le forze dell’ordine che hanno impedito ai “No Green pass” di raggiungere la stazione centrale e a scongiurare il successivo tentativo di raggiungere il palazzo della Regione.

Per le strade No Green pass e No Vax, senza nessuna indicazione politica, che si organizzano tramite chat Telegram senza seguire le consuete fasi di autorizzazione per l’organizzazione di una manifestazione. Tra gli oppositori alla certificazione verde negli ultimi cortei anche uno spezzone di universitari e lavoratori della scuola contrari all’obbligo del Green Pass per frequentare le lezioni. Un sistema di organizzazione e aggregazione che sembra mettere in difficoltà anche l’amministrazione comunale e le forze dell’ordine: senza rappresentanti con i quali interloquire diventa impossibile anche solo concordare i percorsi. Decine di manifestanti sono già stati identificati dalla Digos. Tra i reati contestati resistenza, manifestazione non preavvisata, interruzione di pubblico servizio e violenza privata.

Ancora nessuna direttiva dall’amministrazione comunale

Lo stesso Beppe Sala lo scorso settembre ha criticato le manifestazioni di protesta in particolare per le derive violente che hanno assunto e per il disagio creato ai cittadini a causa del blocco dei tram e del traffico. Tuttavia, la soluzione sembra però ancora lontana e attualmente l’amministrazione comunale sembra non aver trovato la quadra per gestire la situazione.

 

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...