7.6 C
Milano
25. 04. 2024 03:42

MilanoSanremo, il veterano Irama: «La mia canzone svela una mancanza»

Con Tu no Irama porta una delle poche ballate di quest’anno: «E stasera mi emozionerò con Cocciante»

Più letti

Pianoforte, orchestra e voce animano una delle ballad più intense di quest’anno: Irama presenta Tu no, brano che anticipa l’uscita del nuovo disco del cantautore presente all’Ariston per ben cinque volte.

Irama pronto per la serata delle cover a Sanremo

Quarta partecipazione, però, da big. Come sarà?
«Quella con una performance intensa e vocalmente complessa, in cui parlo di mancanza e distanza. Ho studiato molto nelle scorse settimane per dare il massimo su quel palco».

La prima, nel Sanremo Giovani 2016, non fu facile.
«Ci rimasi molto male dell’eliminazione. Quella fu l’edizione in cui ero in sfida con Ermal Meta e persi per i voti della stampa. A dire la verità eravamo in tanti ad essere in gamba, c’erano anche Mahmood e Gabbani, che alla fine vinse. Posso dire che quella esperienza mi ha aiutato a crescere e a rimboccarmi le maniche».

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Questa sera sarai sul palco con Riccardo Cocciante.
«Con una canzone che è da sempre tra le mie preferite, Quando finisce un amore. Un’altalena di emozioni che condividerò insieme al maestro dell’emotività, per me, nell’anniversario numero cinquanta dalla nascita del brano».

Tu no sarà il primo tassello del nuovo album.
«Ѐ stato anche il primo brano scritto. Con il mio producer Shablo sto valutando suoni lontani dal beat dei dischi precedenti».

Il tema del brano è la mancanza. Quale?
«Senza girarci troppo intorno, questa volta scendo nel dettaglio di un’esperienza personale che ho avuto recentemente: ho sentito forte la distanza di una persona nella mia vita, l’ho raccontata con parole schiette e sincere».

La tua Milano?
«Scrissi anche un brano dal titolo Milano, nel 2020, per raccogliere fondi destinati all’Ospedale Niguarda. Questa città rimane la mia seconda casa, essendo cresciuto ai suoi bordi, a Monza. Milano mi ha accolto sin da quando, diciottenne, iniziai a vivere da solo: è la città in cui puoi trovare più facilmente musicisti con la tua stessa voglia di fare musica e di sperimentare».

IN GARA CON

Tu no

IL DUETTO

Quando finisce un amore, con Riccardo Cocciante

In breve

FantaMunicipio #27: quanto ci fa bene l’associazionismo cittadino

Pranzi, musica, poesia, arte, intrattenimento, questionari, flash mob e murales: tutto all'insegna dell'associazionismo cittadino e delle comunità che popolano...