17.7 C
Milano
16. 06. 2024 02:00

Asili nido: il Comune di Milano ha tagliato i posti a disposizione

Per il prossimo anno rimarranno fuori quasi tremila bambini, i numeri

Più letti

Un tema molto delicato, quello degli asili nido a Milano, con il Comune che si è visto costretto a tagliare i posti a disposizione lasciando fuori dalle graduatorie ed in lista di attesa qualcosa come circa 3.300 bambini.

Il caso degli asili nido a Milano, i posti a disposizione quest’anno 

Quest’anno a Milano i posti negli asili nidi del comune o in quelli privati convenzionati sono circa 8.200 in totale, di cui 4.574 comunali. Le famiglie che hanno fatto domanda, però, sono oltre 7.800. C’è un esubero di quasi 3.300 bambini in lista d’attesa. Numeri peggiori anche del 2019, anno prima del Covid, quando rimasero fuori dalla graduatoria quasi duemila bambini. Nel dettaglio, nell’anno scolastico 2019/2020 ci furono 7.365 domande per 5.322 posti disponibili; per il 2023/2024 le domande sono diventate 7.844, quindi in aumento, mentre sono diminuite le disponibilità, scese a 4.574. Al di là delle richieste in aumento sono dunque proprio i posti a disposizione ad essere calati, 748 in quattro anni.

Asili nido comunali a Milano, Nidi Gratis, Nidi Gratis
Asili nido comunali a Milano

Le richieste di iscrizione agli asili nido di Milano sono aumentate

Le richieste di iscrizione agli asili nido di Milano sono aumentate, ma questo non è l’unico problema che ci si trova a dover affrontare: «La disponibilità dei posti è ridotta rispetto al passato e soprattutto abbiamo una flessione nella disponibilità di attingere ai posti in convenzione: sono diminuiti i soggetti privati accreditati» ha precisato l’assessore all’Istruzione del Comune di Milano, Anna Scavuzzo.  

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Asili nido, foto Unsplash
Asili nido, foto Unsplash

Agli asili nido privati non conviene la convenzione con il Comune di Milano 

Gli asili nido privati convenzionati col Comune di Milano, in dieci anni, si sono quasi dimezzati. Nel 2012/13 le strutture erano 165 (2.474 posti), oggi sono appena 80 (con 1.350 posti disponibili). E questo, ovviamente, fa ad incidere moltissimo sulla disponibilità. Ma perché tutto questo? Perché oggi un nido privato non ha convenienza ad accreditarsi col Comune. Secondo Assonidi i costi superano il contributo ricevuto e le regole sono più stringenti: ad esempio è richiesto un educatore ogni 5-7 bambini, e non ogni 8 come nel privato. Cosa accadrà adesso? Di fatto il Comune di Milano attenderà settembre per vedere se, da qui a qualche mese, si libereranno dei posti a causa delle rinunce. Anche se appare assai difficile immaginare che si possano trovare tremila posti.

asili nido

In breve

FantaMunicipio #34: inizia la stagione dei maxi eventi estivi

Ippodromo San Siro, ippodromo La Maura, San Siro e adesso anche Quinto Romano con il Latin Festival. Milano è...