22 C
Milano
24. 06. 2024 21:12

Statale di Milano e Comune di Rho, parte il progetto per nuove residenze universitarie

La vicinanza al distretto dell’innovazione che sta sorgendo a Mind apre importanti opportunità per lo sviluppo dell’edilizia universitaria

Più letti

Il Comune di Rho e la Statale di Milano hanno sottoscritto un protocollo di intesa con l’obiettivo di sviluppare residenze per studenti nel Comune di Rho, in virtù della vicinanza al campus universitario che sorgerà nell’area di Mind.

Statale di Milano e Rho insieme: si punta allo Steccone

Una possibile localizzazione è l’edificio denominato Steccone, l’ex magazzino del Cotonificio Muggiani, che si sviluppa lungo il sedime ferroviario a breve distanza dalla stazione, ma sono in valutazione anche altre aree, la cui scelta verrà finalizzata anche sulla base dell’esito della manifestazione di interesse del Ministero dell’Università e della Ricerca finalizzata a facilitare le residenze universitarie con contributi alla gestione che permettono di contenere i costi per gli studenti, a cui hanno partecipato congiuntamente le due istituzioni.

Concorsi truccati all'università, la Statale di Milano Migliori città universitarie al mondo
Statale di Milano

Orlandi: «Rho e Statale di Milano insieme per gli universitari»

«Rho attraverso Mind si apre al mondo e guarda con fiducia a progetti che permettano di accogliere universitari, italiani o di altri Paesi. Ringrazio l’assessore all’Urbanistica Edoardo Marini per avere lavorato con me a questo protocollo d’intesa, che ritengo davvero importante per la nostra città», commenta il sindaco, Andrea Orlandi. «L’area dello Steccone è strategica: gli studenti potrebbero spostarsi rapidamente verso Mind attraverso il passante ferroviario o utilizzando le piste ciclabili della città».

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Rho, partnership con la Statale di Milano per crescere

«Ci rimettiamo alle decisioni del Ministero, confidando che questa ipotesi venga accolta. In ogni caso l’intesa con l’Università degli Studi aprirà nuove prospettive». Obiettivo dell’amministrazione guidata da Andrea Orlandi è infatti incentivare processi di rigenerazione urbana che generino attrattività e fruizione del territorio da parte dei futuri fruitori dell’area Mind, con particolare riguardo alla popolazione studentesca: il territorio di Rho appare strategico per le esigenze dell’Università.

Franzini: «Tema residenze centrale per la Statale di Milano»

«A pochi mesi dalla posa della prima pietra del nuovo Campus scientifico nel distretto Mind – conclude il rettore Elio Franzini -, ci stiamo muovendo per garantire al nostro nuovo insediamento ogni caratteristica che ne faccia un luogo a piena misura delle numerose esigenze degli studenti, oltre che un polo scientifico internazionale di altissimo profilo. Il tema delle residenze in questo quadro acquista una centralità che richiede iniziative articolate, diffuse sul territorio, come la realtà di un grande ateneo multipolare richiede. Il protocollo con il Comune di Rho apre alla fattibilità di progetti residenziali che costituiranno una risorsa fondamentale per la comunità universitaria e un volano per l’indotto che il nuovo Campus aprirà per tutti i territori limitrofi».

In breve

FantaMunicipio #35: con il Comune storia di gerarchie e di ascolti a metà

Piscina Scarioni e Chiaravalle: due ambiti per cui è interessare esaminare le mosse del Comune e il ruolo del...