24.4 C
Milano
28. 06. 2022 08:45

È già derby: Calhanoglu passa a parametro zero all’Inter

Oggi visite mediche e firma: i rossoneri pensano a Zaccagni per la sostituzione del centrocampista turco

Più letti

Un colpo improvviso, a pochi giorni dall’inizio ufficiale del calciomercato. Si parte il 1° luglio, ma come sempre accade le manovre sono iniziate appena è finita la stagione e l’Inter ha piazzato il suo primo vero colpo strappando a parametro zero Hakan Calhanoglu al Milan.

Calhanoglu ai saluti: tutto fatto con l’Inter

Il centrocampista turco firmerà, dopo le visite mediche, un contratto da 5 milioni di euro annui più 1 di bonus fino al 2024. È l’acquisto grazie al quale la dirigenza ha deciso di cautelarsi nel caso in cui, come purtroppo sembra probabile, Christian Eriksen non riuscirà a tornare in campo in Italia.

Ora l’obiettivo è quello di mettere a posto il bilancio, probabilmente con una grande cessione e trovare i sostituti a prezzi non esorbitanti per dare continuità al progetto. Steven Zhang ha garantito al sindaco di Milano, Giuseppe Sala, che la proprietà rimarrà a medio-lungo termine alla guida dell’Inter. Deve però rientrare nei prossimi tre anni dei 275 milioni portati in cassa da Oaktree. Per questo il rischio è quello di perdere almeno uno tra Hakimi (corteggiato da Paris Saint-Germain e Chelsea) e Martinez (molto gradito alle grandi di Spagna).

L’esterno marocchino costa, per il duo Marotta-Ausilio (appena confermato fino al 2024), 80 milioni di euro. Difficile che i parigini riescano a mettere sul piatto contropartite gradite, mentre i londinesi hanno carte come Marcos Alonso ed Emerson Palmieri da spendere. Nel frattempo è tornato Cordaz, mentre Young e Kolarov non hanno rinnovato il contratto. Il raduno è fissato per l’8 luglio. Dal 25 al 28 luglio si giocherà negli Stati Uniti la Florida Cup con i campioni d’Italia, Arsenal, Everton e Millonarios.

Le notizie da via Aldo Rossi

Dopo Donnarumma, dunque, anche Calhanoglu. Come accaduto per il portiere classe ‘99 – ieri le visite mediche per il Paris Saint-Germain – anche per il trequartista turco il Milan non si è smosso dall’offerta di rinnovo fatta pervenire già diverse settimane fa (quattro milioni annui). Offerta che non è stata accettata.

A questo punto, Maldini e Massara dovranno consegnare a mister Pioli un nuovo tassello per il suo 4-2-3-1: per prendere il posto di Calha si stanno sondando tanti profili, italiani (Zaccagni su tutti) ed esteri, ma il club rossonero, come già accaduto con Maignan, non vuole partecipare ad aste folli e si orienterà soltanto su profili che rientrino nei parametri imposti dal fondo Elliott.

Sarà l’ennesimo investimento da non sbagliare, anche perché, nella stagione che lo riporterà a calcare i palcoscenici della Champions League dopo ben sette anni, il Milan ha già staccato assegni per oltre quaranta milioni di euro.

Capitolo attaccante: dopo l’operazione al ginocchio che rischia di far saltare a Ibrahimovic le prime partite della prossima stagione, di sicuro arriverà un centravanti “pronto” (Giroud è cima alla lista) e chissà che non si possa puntare anche su un profilo più giovane.

La speranza di Pioli è di avere la rosa quasi al completo già il prossimo 8 luglio, quando i rossoneri si ritroveranno a Milanello. La novità di questa estate sarà che Kessie e compagni non faranno alcuna tournée “esotica” – come quelle degli ultimi anni tra USA ed Asia -, ma solo una serie di amichevoli in Italia e all’estero, che verranno ufficializzate nei prossimi giorni.

spot_img

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...