15.4 C
Milano
13. 06. 2024 02:04

Coppa Milano-Sanremo, che storia l’automobile: «Vogliamo il salto di qualità internazionale»

Torna la celebre rievocazione delle auto costruite tra il 1906 e il 1990: una quattro giorni al via giovedì che registra il record di presenze

Più letti

Da concorrente ad organizzatore. Il passo, per nulla breve, è stato fatto da Mario Salomone, che dopo due anni alla guida delle auto di ieri ha deciso di fare il salto e mettersi dall’altra parte, quella degli organizzatori. Prende il via ufficiale giovedì 23 marzo la quattordicesima edizione della rievocazione storica della Coppa Milano-Sanremo, corsa riservata alle auto costruite tra il 1906 e il 1990, manifestazione che ha un’anima meneghina nelle fila organizzatrici.

Coppa Milano-Sanremo, parola agli organizzatori

Perché da quest’anno ai due storici organizzatori milanesi, Maurizio Cavezzali e Gianpaolo Sacchini, si è unita un’altra anima meneghina, Mario Salomone: «Ho gareggiato nel 2021 e nel 2022, mi è piaciuta a tal punto la manifestazione che ho deciso di coinvolgere altri amici e di entrare in società acquistando delle quote. È una nuova avventura per me». Mario Salomone e Gianpaolo Sacchini si conoscono da sempre, già compagni alle superiori al “San Carlo”: «Oggettivamente non pensavo ci fosse un’organizzazione di questa portata – precisa ancora Salomone –: sono coinvolte oltre cento persone, senza contare gli ufficiali di gara».

Il suo compito è quello di supportare lo sviluppo dell’organizzazione con la ricerca di nuovi sponsor, per un team che guarda già al futuro, perché nel 2026 la Coppa Milano-Sanremo taglierà il traguardo dei 120 anni: «L’obiettivo sarà far vivere sempre più anche al di fuori dei giorni di gara la manifestazione – precisa ancora Sacchini –: abbiamo cominciato quest’anno con la mostra a tema Milano-Sanremo ospitata da Urban Up da The Dap in via dei Missaglia, ma abbiamo in mente di creare qualcosa di rivoluzionario per il 2026: vogliamo un salto qualità internazionale e far vivere l’evento il più possibile sul territorio milanese».

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Tante novità, ma bocche ancora cucite: «Per noi si tratta della quinta gestione della gara – prosegue Sacchini –: abbiamo chiuso le iscrizioni a quota 102 con più di 20 equipaggi stranieri, di cui una nutrita rappresentanza di tedeschi. L’anno scorso erano 67. Chi arriva da più lontano? Gli americani. Peccato per russi e ucraini, erano una nutrita rappresentanza». Ma cosa ha convinto Salomone a fare il salto? «La passione che ho visto e che vedo in chi fa questo lavoro. Ma tengo a precisare che parteciperò anche con un equipaggio: punterò alla vittoria con la mia Porsche Targa S del 1967. Vogliamo il punto di vista della proprietà all’interno della gara. Perché i problemi li vedi solo dall’interno».

Coppa Milano-Sanremo, le novità del 2023

Numerose novità quest’anno: il percorso vedrà Milano come punto di partenza e arrivo, ben 113 le prove speciali: partenza dall’Autodromo di Monza giovedì, venerdì attraversamento del Monferrato e termine a Sanremo. Sabato traguardo sul lungomare di Loano. Domenica ripartenza e gran finale a Milano con la cerimonia finale di premiazione presso la sede dell’Automobile Club in corso Venezia. Info: milano-sanremo.it.

In breve

FantaMunicipio #34: inizia la stagione dei maxi eventi estivi

Ippodromo San Siro, ippodromo La Maura, San Siro e adesso anche Quinto Romano con il Latin Festival. Milano è...