19.8 C
Milano
01. 08. 2021 10:46

Milano-Cortina 2026, un anno dopo. Dieci domande a Roberta Guaineri: «A breve fondazione e Spa»

Intervista all'assessore comunale allo sport

Più letti

Il Covid-19 non ha fermato il lavoro di preparazione per le Olimpiadi del 2026. Lo assicura Roberta Guaineri, assessora comunale a Turismo e Sport, che a Mi-Tomorrow illustra i prossimi step.

 

Milano-Cortina 2026, parla Roberta Guaineri

Qual è il suo ricordo di un anno fa?
«È stata una grande emozione per un risultato inaspettato per Milano e l’Italia, dopo che avevamo già rinunciato a candidarci per un’olimpiade».

È stata la vittoria di squadra di enti, associazioni, singoli cittadini non sempre in rapporto armonico tra loro.
«È l’aspetto più bello della vittoria, si è lavorato assieme a prescindere dall’appartenenza politica e anche il mondo dello sport ha dato il suo sostegno nonostante si trattasse di sport invernali. C’è stata anche un’altra cosa importante da sottolineare».

Quale?
«A differenza degli svedesi, che sostenevano che non fossimo affidabili, noi abbiamo sempre avuto un’impostazione positiva senza mai denigrare i nostri competitori».

Quanto il lockdown ha frenato il lavoro di preparazione dell’evento?
«Siamo sempre andati avanti, dal punto di vista normativo e legislativo. Certo, c’è tanto da fare».

Con quali strumenti verrà portata avanti l’organizzazione dei giochi?
«La legge olimpica ha disciplinato la Fondazione, che sarà finanziata con soldi privati e si occuperà della realizzazione dei giochi, di promuovere lo sport».

Chi si occuperà delle infrastrutture?
«A giorni sarà emanato il decreto del ministro dei trasporto De Micheli per l’istituzione della Spa. Sarà un ente pubblico finanziato da soldi pubblici: aggiungo che ci sarà anche un decreto facilitazione».

Com’è la situazione degli impianti in città?
«Per il Villaggio olimpico dovevamo completare il bando entro giugno, ma sarà prorogato a dopo l’estate. Per quanto riguarda Santa Giulia, dove sarà costruito il palasport, è previsto per gennaio 2021 l’avvio del piano bonifiche Per il Palasharp abbiamo pubblicato il bando: i termini delle offerte dovrebbero arrivare a fine ottobre».

La cerimonia di apertura si terrà a San Siro?
«Sì».

In una precedente intervista a Mi-Tomorrow aveva detto che non era interessata a fare parte della governance della Spa: lo conferma?
«Certo, a parte che la governance è fatta. Io faccio e continuerò a fare l’assessore».

Arriveremo puntuali al 2026?
«Ci stiamo lavorando, la preparazione alle Olimpiadi è articolata in due fasi: un triennio dedicato alla programmazione e un biennio alla realizzazione, ora siamo nella prima fase».

In breve

Olimpiadi, l’Italia ha una nuova freccia: Marcell Jacobs segna il record italiano nei 100 metri

Marcell Jacobs entra prepotentemente nella storia dell'atletica leggera italiana segnando un nuovo primato nazionale nei 100 metri alle Olimpiadi...