8.2 C
Milano
04. 12. 2022 19:25

Palazzo del Ghiaccio Agorà, via al nuovo bando: il Comune cerca un gestore

Dopo il passo indietro di Agorà Skating Team, si cerca di non perdere i soldi dell’affitto e di non interrompere l’attività sportiva

Più letti

Il Comune di Milano ci riprova e apre a due nuovi bandi per il Palazzo del Ghiaccio Agorà di via dei Ciclamini, dopo il passo indietro dell’attuale gestore, Agorà Skating Team. Un modo per dare chiaramente continuità alla struttura e alla sua attività sportiva, ma anche per non perdere i quasi 20mila euro di affitto annuali che il gestore deve riconoscere a Palazzo Marino.

Palazzo del Ghiaccio Agorà di via dei Ciclamini a Milano, una storia difficile

La storia del Palazzo del Ghiaccio Agorà di via dei Ciclamini a Milano è di quelle difficili da raccontare, soprattutto per il suo lento declino. Una volta teatro del grande hockey su ghiaccio milanese, quello capace di vincere in Italia e giocare ad alti livelli, nel corso degli ultimi anni la struttura ha visto sempre più diminuire la sua importanza a livello nazionale, con tutti i grandi eventi del ghiaccio che, in un modo o nell’altro, sono sempre stati ospitati da altre strutture, più funzionali, più nuove e in generale più attraenti: dal Golden Skate Awards ai Mondiali di Pattinaggio, la decisione è sempre stata quella di preferire strutture differenti come il Forum di Assago e l’Allianz Cloud. 

Palazzo del Ghiaccio Agorà di via dei ciclamini a Milano
Palazzo del Ghiaccio Agorà di via dei ciclamini a Milano

Il passo indietro di Agorà Skating Team 

Oggi al Palazzo del Ghiaccio Agorà è presente una società sportiva, l’Agorà Skating Team, società che nel 2020 si era aggiudicata il bando che puntava ad affidare a un privato il restyling dell’impianto. La quale, però, lo scorso 28 agosto, ha comunicato al Comune di Milano la sua impossibilità a proseguire l’attività «per ragioni di natura straordinaria, imprevedibile e oggettiva», vale a dire quella pandemia da Covid 19 che non ha permesso di avere i giusti introiti e poter eseguire il giusto lavoro per onorare quanto dovuto. Pandemia alla quale, nel corso del tempo, si sono aggiunti anche gli aumenti dei prezzi per l’acquisto di materie prime e dei materiali da costruzione e l’aumento dei costi dell’energia elettrica e del gas. 

L’accordo venuto meno e un futuro tutto da scrivere

L’accordo previsto nel 2020 con l’Agorà Skating Team, oltre ad un investimento economico da 13,6 milioni di euro, prevedeva l’affidamento l’affidamento per 32 anni, per un affitto complessiva pari a circa 100 milioni di euro. Ora il Comune dovrà rimboccarsi le maniche e trovare un nuovo gestore: lo scorso 3 novembre è stato lanciato un nuovo avviso esplorativo che rimarrà aperto fino al 15 marzo 2023, per individuare operatori economici «interessati a riqualificare e gestire il complesso sportivo mediante un progetto di partenariato pubblico-privato». 

agorà di milano

La struttura

Il Palazzo del Ghiaccio Agorà di via dei Ciclamini a Milano è una struttura polifunzionale: 11.500 metri quadri, una pista olimpica per il pattinaggio, palestra, tribuna da 3.560 posti, spogliatoi, bar. In attesa di ricevere offerte, il Comune deve però trovare un gestore «ad interim», visto che Agorà Skating Team lascerà struttura al 31 dicembre 2022. E dunque ecco il secondo bando, pubblicato venerdì 11 novembre (e aperto fino al 12 dicembre) per raccogliere «manifestazioni di interesse per l’affidamento temporaneo». Il rischio è di perdere i 19.913,85 euro di canone annuale che il gestore deve riconoscere al Comune di Milano.

In breve

FantaMunicipio #12: Ied e Politecnico avanti tutta in città

Sono le università come Ied e Politecnico- e i progetti ad esse correlate - a spingere Milano in una...