25.4 C
Milano
17. 09. 2021 14:52

Volley, Milano sul tetto d’Europa: l’Allianz si aggiudica la finale di Challenge Cup

Una finale da sogno per i ragazzi di mister Piazza: i turchi dello Ziraat si arrendono al tie break

Più letti

L’Allianz Powervolley Milano ha vinto la Challenge Cup 2020/2021, battendo alla Baskhent Arena di Ankara i padroni di casa dello Ziraat per 3-2, formazione già battuta nella gara d’andata con il medesimo risultato.

Una vittoria che consegna alla città di Milano la terza finale continentale consecutiva negli sport di squadra, dopo il ko dell’Inter in Europa League nel 2020 contro gli spagnoli del Valencia e quella del Milano Quanta nell’hockey inline nel 2019 contro i francesi del Granges Les Tigres. Ma soprattutto ridona un successo di squadra in salsa meneghina a distanza di 11 anni, dopo l’allora Champions League conquistata dall’Inter nel 2010.

Un finale da sogno. Una storica finale per una società fondata nel 2010 e che, l’anno scorso, aveva assaporato la possibilità di giocarsi la finale di Challenge Cup prima che il covid bloccasse tutto all’altezza delle semifinali.

Una finale di un trofeo continentale in casa Milano che mancava addirittura dal 1993/94, anno in cui l’allora società pallavolista della polisportiva Milan di Silvio Berlusconi persa la finale di Supercoppa Europea contro i francesi del Cannes. Il breve ciclo di vita della creatura berlusconiana vide comunque la pallavolo meneghina poter portare a casa risultati di prestigio: due Mondiali per Club (1991 e 1993, per quanto potessero valere) ma soprattutto la vittoria in Coppa delle Coppe del 1993, il punto più alto della pallavolo a Milano al pari del successo nell’allora Coppa Cev del Gonzaga nell’annata 1986/87.

Il match. Alla Baskhent Arena di Ankara ha vinto il collettivo: primo set quasi perfetto di Milano, con Patry capace di chiudere il set addirittura con otto punti in carniere. Secondo set equilibrato con Milano sprecona: sul 23-23 una schiacciata fuori di Ishikawa spalancava la vittoria del set ai turchi. Il terzo parziale è stato sicuramente il più brutto tra quelli giocati dall’Allianz Powervolley Milano.

Squadra mai in campo, sia con la testa che con il corpo, merito anche della formazione turca che non sbaglia nulla e chiude il parziale con un ottimo 78% in attacco. E alla fine è addirittura un 25-16 in appena 25 minuti di gioco. Ma se il terzo set è stato il peggiore, il quarto è stato sicuramente il migliore.

I ragazzi di Piazza partono subito forte, ma i turchi riescono a rimanere in partita fino al 7-7. Poi l’allungo decisivo, con un parziale di +5 che permette ai milanesi di chiudere il set sul 25-17 grazie soprattutto ad Ishikawa. Al tie break, poi, vince l’esperienza di Urnaut e la voglia di vittoria di tutto il gruppo, con un netto 15-8 che permette a Milano di vincere la Challenge Cup 2020/2021.

Ziraat Bankası SK Ankara-Allianz Powervolley Milano 2-3 (23-25, 25-23, 25-16, 17-25, 8-15).

In breve

Green Pass, Pregliasco: «Meglio l’obbligo vaccinale»

Mentre il green pass è stato esteso anche ai lavoratori del privato, c'è chi chiede misure più severe da...