6.2 C
Milano
25. 11. 2020 21:05

Ilaria Capua: «Usiamo cinema e teatri per le vaccinazioni Covid»

Più letti

Covid, al Comune di Milano 740 milioni di mancate entrate

Con l'emergenza Covid e la crisi che ne è seguita il Comune di Milano nel bilancio del 2020 ha...

Bollettino regionale, rapporto tamponi/positivi al 12,2%: Milano, +517

I positivi riscontrati in Lombardia nelle ultime 24 ore sono 5.173, con la percentuale tra tamponi eseguiti (42.063) e...

Morto Diego Armando Maradona

Il mondo del calcio piange la morte di Diego Armando Maradona. La notizia è stata diffusa dai media argentini,...

Per la campagna di vaccinazione usiamo i cinema e i teatri che adesso sono chiusi. La proposta arriva dalla virologa Ilaria Capua, secondo la quale si tratta di strutture che sarebbero sarebbero funzionali sotto molti aspetti. L’esperta spiega che è urgente comprendere che «stiamo per intraprendere, e non solo in Italia, la più grande e complicata campagna di vaccinazione mai affrontata dal genere umano; dobbiamo immunizzare il prima possibile alcune categorie di persone tra cui gli operatori sanitari ed i lavoratori essenziali, le persone a rischio di sviluppare la forma grave».

«Esiste un problema reale di distribuzione e stoccaggio a basse temperature con delle notevoli complessità logistiche”, dice facendo presente che, se fosse confermato, «da un’unica fiala o confezione di vaccino scongelato bisognerà vaccinare più persone lo stesso giorno, e che di conseguenza bisognerà gestire il flusso di quelle persone in maniera distanziata. Mi sembra chiaro che bisognerà allestire dei presidi per gestire le operazioni di vaccinazione e che bisognerà pensarci per tempo».

Per questo, secondo Ilaria Capua, «si potrebbe trovare una convergenza insperata. Quella di far incontrare virtuosamente due settori sostanzialmente disgiunti paralleli ed indipendenti: quello della sanità pubblica e quello dell’intrattenimento. Perché non esplorare un piano di distribuzione e somministrazione del vaccino che sfrutti i cinema ed i teatri oggi vuoti che risulterebbero funzionali a questo tipo di attività. Vi è già una modalità di ingresso controllata con percorso a senso unico fino all’uscita. C’è l’elettricità sufficiente per un congelatore a meno 70 gradi ed altra strumentazione, ci sono i servizi, ci sono le vie di fuga. I vaccinandi potrebbero sedersi secondo uno schema che rispetti il distanziamento. Questi CineVax potrebbero anche poi essere usati per il recupero delle vaccinazioni pediatriche che sono saltate a causa dell’emergenza».

SCARICA L'AUTOCERTIFICAZIONE SCARICA AUTOCERTIFICAZIONE

In breve

Scala, Domingo e Bolle per la prima del 7 dicembre in streaming

Sarà un cast stellare quello della prima della Scala del 7 dicembre che - causa Covid - non si...

Bollettino regionale, rapporto tamponi/positivi al 12,2%: Milano, +517

I positivi riscontrati in Lombardia nelle ultime 24 ore sono 5.173, con la percentuale tra tamponi eseguiti (42.063) e positivi che scende ancora al...

Morto Diego Armando Maradona

Il mondo del calcio piange la morte di Diego Armando Maradona. La notizia è stata diffusa dai media argentini, in particolare dal quotidiano Clarin...

Gallera: «Lombardia andrà in arancione da sabato o lunedì»

Per l'assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, «lo sforzo dei lombardi ha dato risultati che oggi sono sotto gli occhi di tutti» dunque «è...

Niente mostra di Natale a Palazzo Marino

Nel rispetto delle misure necessarie al contenimento dell'epidemia da Covid-19 non sarà possibile realizzare a Palazzo Marino la mostra di Natale, il tradizionale appuntamento...

Potrebbe interessarti