20 C
Milano
22. 09. 2021 13:25

Discoteche escluse dal green pass: “Ci trattano alla stregua di un’associazione abusiva”

Il socio dell'Hollywood di Milano critica il governo per non aver contemplato le discoteche nell'ultimo decreto

Più letti

Il nuovo decreto che istituisce l’obbligo di green pass è stato varato. Tuttavia non si tornerà almeno per il momento a ballare in pista nelle discoteche. Alberto Baldaccini, socio storico dell’Hollywood di Milano, ha espresso il suo punto di vista sull’attuale situazione che continua a lasciare l’amaro in bocca ai lavoratori della notte.

Discoteche, Baldaccini: “Avrebbero spinto i giovani ai vaccinarsi”

“Non aver concesso il green pass alle discoteche è un’occasione persa – ha sottolineato all’Adnkronos Baldaccini – i giovani continueranno a far festa in spiaggia, in casa e nei party abusivi, li vediamo nelle piazze. Sarebbe stato un incentivo a vaccinarsi e non darglielo è abbastanza controproducente per tutti: per la campagna vaccinale e per il sistema sanitario. E’ un peccato non aver legalizzato un’attività come la discoteca che avrebbe aiutato molto in questo senso”.

Secondo Baldaccini la riapertura delle discoteche e dei concerti avrebbe spinto in maniera significativa la fascia tra i 18 e i 30 anni a vaccinarsi. “La discoteca incide sulla vita dei giovani – sottolinea il socio dell’Hollywood – e sulla loro formazione e utilizzarla come mezzo per agevolare anche la vaccinazione per sconfiggere la pandemia sarebbe stato molto utile”.

Il socio dell’Hollywood critica anche la decisione anche di non riaprire le discoteche all’aperto come l’estate scorsa. “Non ha senso tenerle chiuse – ha aggiunto Baldaccini- i giovani continueranno nel prossimo mese a fare tutto quello che avrebbero fatto in una discoteca, salvo che lì avrebbero dovuto esibire il green pass e sarebbe stato svolto tutto in sicurezza. Probabilmente il Governo ha mandato un messaggio sbagliato ai giovani, ossia le discoteche non le riapriamo ma potete continuare a fare quello che state facendo adesso tanto non siete controllati”.

 

 

In breve

Comunali, anche l’Anpi contro Bernardo: «Non date il voto ai fascisti»

Le critiche al candidato del centrodestra per Milano, Luca Bernardo, si sono ormai trasformate in una pioggia torrenziale. Nelle...