3.7 C
Milano
30. 11. 2020 09:35

Coronavirus, la lettera di dieci esperti: «Emergenza finita»

Una lettera firmata da più esperti cerca di porre l'attenzione sull'effettiva capacità di contagio degli asintomatici

Più letti

Milano, il centro si riempie, ma le spese di Natale restano “timide”

L'ingresso in zona arancione ha offerto una nuova libertà ai milanesi, perlomeno in tema di circolazione senza autocertificazione per...

Bollettino regionale, diminuisce la pressione sugli ospedali: Milano, +386

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 3.203, di cui 287 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (28.434...

Le piste da sci svizzere sono aperte. I milanesi ci provano?

Di aprire le piste da sci in Italia proprio non se ne parla. Tutto sommato i vicini svizzeri le...

Alcuni esperti di malattie infettive, tra cui il professor Remuzzi ed il dottor Zangrillo del San Raffaele, hanno firmato un documento comune per cercare di far luce sui positivi con una bassa carica virale.

Il documento. Nella lettera gli esperti segnalano come da tempo «o dati clinici mostrino una marcata riduzione dei casi di Covid-19 con sintomi». I ricoveri in ospedale sono sempre meno, e per tale motivo «la comunità scientifica si sta interrogando sulla reale capacità delle persone asintomatiche o paucisintomatiche di trasmettere le infezioni».

A riguardo sono iniziati così tutta una serie di studi che evidenzieranno le potenzialità di trasmissione del virus di questi soggetti. Già nei giorni scorsi il San Matteo di Pavia aveva pubblicato i risultati di uno studio analogo.

Le reazioni. Non sono tutti d’accordo con la “cordata” degli esperti. Infatti il mondo scientifico italiano si è diviso in due schieramenti: se da un lato Remuzzi & Co. continuano ad avvalorare la tesi dell’indebolimento del virus, dall’altra medici come Brusaferro, Locatelli e Rezza, ovvero il comitato tecnico in supporto al Governo, invitano a non abbassare la guardia.

Per questo gruppo sia da monito ciò che sta succedendo all’estero con l’esplosione di nuovi focolai in Germania e Portogallo.

 

 

SCARICA L'AUTOCERTIFICAZIONE SCARICA AUTOCERTIFICAZIONE

In breve

La zona arancione non piace ai ristoratori: «Basta, siamo stremati. Torniamo in piazza»

Oggi riaprono i negozi, ma non ancora bar e ristoranti. «Basta, siamo stremati, senza ulteriori aiuti la ristorazione muore»,...

Bollettino regionale, diminuisce la pressione sugli ospedali: Milano, +386

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 3.203, di cui 287 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (28.434 oggi) e positivi che scende...

Le piste da sci svizzere sono aperte. I milanesi ci provano?

Di aprire le piste da sci in Italia proprio non se ne parla. Tutto sommato i vicini svizzeri le hanno già aperte. Ma è...

Milano si accende tra sobrietà e speranza: in arrivo le luminarie natalizie

Sobrietà e speranza, sono queste le due parole che caratterizzeranno le luminarie natalizie in città in occasione delle prossime festività. Una scelta voluta dall’Amministrazione,...

La zona arancione non piace ai ristoratori: «Basta, siamo stremati. Torniamo in piazza»

Oggi riaprono i negozi, ma non ancora bar e ristoranti. «Basta, siamo stremati, senza ulteriori aiuti la ristorazione muore», è il grido d’allarme rilanciato...

Potrebbe interessarti