14.8 C
Milano
16. 10. 2021 14:25

Ecco 7,3 milioni a Milano per i buoni spesa, il Comune: «Fondi insufficienti»

Più letti

Ammonta a 7,3 milioni di euro il fondo straordinario che la Protezione Civile ha destinato a Milano per fronteggiare l’emergenza alimentare causata dalla quarantena forzata. A questi soldi, si aggiunge un anticipo del Fondo di solidarietà, soldi che già dovevano arrivare, di 13 milioni, per un totale quindi di circa 20 milioni.

Palazzo Marino. I numeri non soddisfano l’assessore al Bilancio del Comune di Milano, Roberto Tasca, «perché non riconoscono l’impatto del coronavirus che è differente tra le regioni del nord e quelle del sud” dove le prime «sono molto più penalizzate». «Ancora una volta» poi il governo non riconosce «che la soglia di povertà è diversa per chi vive in una città dove il costo della vita è molto più alto», come Milano, «se una persona non ha il lavoro perché l’ha perso a causa dell’emergenza dovuta al Coronavirus può diventare povera molto più facilmente e chi non ha questa consapevolezza sta facendo un errore».

Assestamento. Milano farà un assestamento di Bilancio che dovrà tenere conto delle perdite inevitabili che ci saranno per le casse comunali, a partire dai 38 milioni in meno di dividendi ordinari di Sea, la società che gestisce gli aeroporti milanesi, che non verranno distribuiti, e contando anche i minori introiti delle tasse, da quella di soggiorno, a quella di occupazione del suolo pubblico.

In breve

«Destinazione Milano», arriva in città la prima selfie room d’Italia

Sono in molti ad aspettare le tanto attese vacanze anche per riempire la propria bacheca Instagram con immagini per...