2.2 C
Milano
25. 01. 2021 03:16

Milano, studenti ancora in piazza: «La scuola è il futuro». Il video

Un altra giornata di protesta a Milano: gli studenti dicono basta alla DAD

Più letti

La mail della Regione all’Iss: «Rivedete l’indice RT»

Non si placano le polemiche sulla responsabilità dei numeri che hanno mandato in zona rossa la Lombardia dal 17...

Troppa gente in centro, a Milano chiusa la Galleria Vittorio Emanuele II

La prima domenica in zona arancione, con negozi nuovamente aperti e i saldi avviati, ha invogliato tanti milanesi a...

Bollettino regionale, il trend resta invariato: Milano, +163 contagi

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 1.375, di cui 74 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti...

«La riapertura doveva essere a settembre, e forse sarà il 25 gennaio. Ecco servita l’ennesima presa in giro», grida con tutta la sua forza e la sua rabbia una delle tante studentesse che ha nuovamente visto venir meno la promessa del ritorno in classe. Per il secondo giorno di fila gli studenti si sono ritrovati per un nuovo sit-in : questa volta il teatro della protesta è stata piazza Duomo.

La manifestazione.  Numerosi i ragazzi presenti questa sera. Ad accompagnarli un grande striscione con scritto “la scuola è il futuro”, un modo per sottolineare che mai nessun genere di DAD potrà sostituire i valori formativi e umani appresi durante le lezioni in presenza.

«Continuiamo a pagare l’incompetenza della classe politica – grida ancora la giovane studente dal suo megafono -. Vogliamo un futuro, una vita normale come quella dei nostri genitori.Ci spetta di diritto. Ci dicono che non sarebbe sicuro tornare ora in aula, che siamo viziati, che i nostri nonni sono andati in guerra e perciò dovremmo accettare i sacrifici senza lamentele».

Giustificazioni che non bastano agli studenti. «Stiamo vivendo un impoverimento educativo e culturale. Abbiamo fatto di tutto per riaprire in sicurezza, ma perchè non siamo ancora in classe?», è il grande quesito che serpeggia tra gli studenti stanchi di dover ancora attendere il loro rientro in classe.

 

In breve

Sala sull’Rt sbagliato: «Piuttosto che buttarsi in rissa, la Regione faccia vedere i dati»

È arrivato anche il commento del sindaco Sala sullo scontro Regione-Governo che ormai sta infiammando le pagine dei giornali...

Potrebbe interessarti