Car Free Day

Domenica 22 settembre sarà “Car Free Day”. Non è un’invenzione italiana: tante città del mondo aderiscono da anni a questa giornata senz’auto. Quest’anno doveva segnare anche debutto di Milano che aveva annunciato l’adesione con l’assessore alla Mobilità, Marco Granelli.

 

Poi è arrivata l’approvazione di un ordine del giorno in Consiglio Comunale che ha imposto la retromarcia a causa degli eventi della Fashion Week: senza auto ci sarebbero state conseguenze negative per gli spostamenti di tutto il grande “carosello” della moda in città. Qualche iniziativa, però, è rimasta in piedi.

Domenica, infatti, ci sarà la manifestazione ciclabile da piazza Duomo all’Arco della Pace organizzata dall’associazione Fancie Bike Woman. L’appuntamento sarà alle 16.00, con una richiesta specifica per il dress code, rigorosamente fancy. Ergo: fantastico, eccessivo e decorato.

L’idea nacque sette anni fa in Turchia, quando migliaia di donne in bicicletta presero possesso della città di Smirne dispensando sorrisi e saluti, in contrasto con il grigiore delle automobili. Le regole per partecipare con il giusto spirito riguardano anche la decorazione della propria bici, la messa in posa davanti ai fotografi e i saluti sorridenti ai passanti. La partecipazione è libera.

In mattinata, con partenza alle 10.00 da viale Legioni Romane 54, ci sarà anche una visita in bicicletta alle nuove stazioni BikeMi finanziate da fondi europei PON Metro, attraversando e scoprendo alcuni quartieri chiave della trasformazione urbana e sostenibile di Milano. L’evento celebra il raggiungimento della 300esima stazione BikeMi.

E ancora: sarà chiusa al traffico e resa pedonale e ciclabile via Vaiano Valle, dal Vigentino a Chiaravalle, per far vivere le strade cittadine del parco agricolo. Sempre nella stessa zona ci sarà una biciclettata da Chiaravalle al Parco Lambro lungo le sponde del fiume. Per il Comune è un primo segnale, ma per le associazioni ambientaliste è più un “brodino”.


www.mitomorrow.it