4.9 C
Milano
30. 11. 2022 21:09

Milano città spugna: meno asfalto e più prati

Al via 90 progetti in 32 comuni, obiettivo zero allagamenti

Più letti

Sono in arrivo 50 milioni di euro dal PNRR per far nascere la Milano città spugna e, in generale, per opere di drenaggio urbano. Il fine di questi lavori sarà trattenere acqua piovana senza farla arrivare nelle fogne, di modo che queste non si intasino. Ma, oltre a ciò, questa serie di lavori prevede anche la creazione di nuove aree verdi al posto di quelle attualmente asfaltate, per limitare l’effetto delle isole di calore. 

Milano città spugna, il progetto

Sono ben 90 i progetti contenuti nel disegno elaborato da Cap holding, società che gestisce il sevizio idrico integrato nella città metropolitana di Milano. E che verranno finanziati con i 50 milioni di euro di fondi già citati del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, al secolo il Pnrr. L’obiettivo è chiaro, prevenire possibili allagamenti in città, che danno sempre un gran fastidio alla circolazione e in generale al benessere cittadino, ma anche combattere l’erosione del suolo e gli effetti del cambiamento climatico su tutto l’hinterland milanese.

 

I piani lavoro già previsti 

Sono diversi i piani lavoro. A Trezzano sul Naviglio, ad esempio, è previsto un intervento per alleggerire l’attuale rete di drenaggio con l’utilizzo e la realizzazione di sistemi di drenaggio urbano sostenibile (Suds). A Cesano Boscone, invece i Suds consentiranno anche la riqualificazione di una piazza. E poi ancora a Solaro si riqualificherà un’area intera, a Rho verranno ripensate e riqualificate diverse aree parcheggio e molto altro. In totale sono 90 interventi che coinvolgeranno 32 comuni. Tutti interventi che erano stati proposti da Gruppo Cap insieme a Città metropolitana di Milano già alla fine del 2021.

In breve

FantaMunicipio #12: Ied e Politecnico avanti tutta in città

Sono le università come Ied e Politecnico- e i progetti ad esse correlate - a spingere Milano in una...