19.5 C
Milano
16. 06. 2024 11:42

Cinemadamare: Giambellino e Lorenteggio diventano la Hollywood milanese

Parteciperanno oltre sessanta cineasti provenienti da quaranta paesi diverse

Più letti

Si è inaugurata lunedì 31 luglio la tappa milanese di Cinemadamare, il campus itinerante più grande del suo genere dedicato alla produzione e alla formazione cinematografica e audiovisiva, che ogni estate parte da Roma e attraversa circa 9.500 chilometri in tre mesi. La carovana di giovani filmmaker si fermerà in nove regioni d’Italia e rimarrà in città fino al 5 agosto. Oltre sessanta cineasti provenienti da quaranta paesi diverse (registi, attori e autori) gireranno degli short film che racconteranno la città di Milano, con i quartieri di Lorenteggio e Giambellino come set principali. 

Cinemadamare 2023, la presentazione ufficiale
Cinemadamare 2023, la presentazione ufficiale

Cinemadamare, il programma completo per le vie della città di Milano

Durante la settimana, i lavori saranno incentrati sul Municipio 6 e daranno voce ai luoghi e ai cittadini che decideranno di partecipare alle attività nei quartieri coinvolti, sia come protagonisti, comparse o assistenti. L’annuncio dell’iniziativa è stato dato a Palazzo Reale nel corso del “Production Meeting“, alla presenza dell’assessora alle Politiche Giovanili Martina Riva, del direttore di Cinemadamare Franco Rina e del vicedirettore Arte e Cultura di Fondazione Cariplo Andrea Rebaglio: «Siamo entusiasti di ospitare a Milano per il terzo anno consecutivo Cinemadamare e i suoi giovani filmmaker provenienti da tutto il mondo. Questo campus rappresenta un’importante opportunità di crescita professionale e personale per loro. Sono sicura che Milano, con la sua storia, la sua apertura internazionale, la sua contemporaneità, i suoi luoghi iconici e i quartieri da esplorare, sarà una grande fonte di ispirazione» ha commentato l’assessora Martina Riva. 

Sceneggiature trasformate in cortometraggi

Nei prossimi giorni, le sceneggiature su cui i giovani cineasti stanno già lavorando verranno trasformate in cortometraggi. «Abbiamo grandi aspettative per questa settimana a Milano, non solo per la suggestione della storia antica e recente su cui la città si basa, ma anche per la presenza di turisti e residenti provenienti da tutto il mondo, che conferisce a Milano il titolo di città cosmopolita d’Italia» ha spiegato il direttore di Cinemadamare Franco Rina. I film prodotti saranno proiettati il 5 agosto presso la sede della ASD La Fenice in via Michele Saponaro, durante un evento aperto al pubblico. I migliori lavori verranno premiati nella “weekly competition”, che si tiene al termine di ogni tappa del campus. 

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Cinemadamare 2023, la presentazione ufficiale con assessore Martina Riva
Cinemadamare 2023, la presentazione ufficiale con assessore Martina Riva

L’esperimento tutto milanese: sfidare l’intelligente artificiale

La tappa milanese di Cinemadamare sarà caratterizzata anche da un interessante e attuale esperimento. I giovani autori italiani e stranieri sfideranno i programmi di Intelligenza Artificiale, elaborando due sceneggiature a partire dallo stesso soggetto. Una sceneggiatura sarà creata dall’Intelligenza Artificiale, mentre l’altra sarà scritta da un gruppo di sceneggiatori. Entrambe le versioni verranno poi trasformate in short film e durante la proiezione finale verrà stilato un confronto tra le due, con la scelta del migliore. Il risultato di questa competizione tra “uomo e macchina” sarà presentato e discusso durante la Festa del Cinema di Roma, in collaborazione con la Roma Lazio Film Commission. 

In breve

FantaMunicipio #34: inizia la stagione dei maxi eventi estivi

Ippodromo San Siro, ippodromo La Maura, San Siro e adesso anche Quinto Romano con il Latin Festival. Milano è...