31.2 C
Milano
21. 05. 2022 21:31

Ritorno al Futuro per Elisa: «Un cerchio che si chiude»

Elisa torna con un doppio album in italiano e in inglese in cui il tema ambientale è preponderante

Più letti

A tre anni da Diari Aperti e a poche settimane dal secondo posto al Festival di Sanremo, Elisa torna sulla scena discografica con il doppio album (bilingue) Ritorno al Futuro / Back to the Future. Un album destinato a far riflettere.

Elisa torna col doppio album Ritorno al Futuro / Back to the Future

Elisa, nell’album spazi dall’ambiente al capitalismo.
«Sono nata nel ’77, gli anni ’80 sono stati la mia infanzia. All’epoca in Occidente partì una corsa sfrenata che oggi ha raggiunto un picco di crisi senza precedenti. Credo che sia proprio una crisi d’identità degli esseri umani. Quali sono i valori degli esseri umani? Temi come la sostenibilità e l’ambiente sono sempre stati centrali per me, ma durante la pandemia sono diventati estremamente evidenti».

sanremo 2022Perché Ritorno al Futuro?
«Stavamo progettando uno spettacolo dal vivo che doveva chiamarsi così. Era un’idea di live che doveva fungere da scusa per mettere la sostenibilità al centro. Non è tanto stare dalla parte degli ultimi, quanto dalla parte di quelli che credono».

Vedi questo album come un cerchio che si chiude?
«Forse sì. Un po’ per il tempo e un po’ per l’età ora mi interessa fare ciò che mi piace. So che il mio centro sono le canzoni sui sentimenti, e ne sono felice. In un certo senso è un dono e lo riconosco. Ma ho bisogno di avere un range di movimento, altrimenti mi sento costretta».

Elisa, quante collaborazioni nel nuovo album

Sei tornata a cantare con Rkomi.
«Mirko per me è affascinante, ma credo che la scena italiana oggi sia particolarmente bella. Rkomi è uno dei fiori di questo prato. Trovo incredibile la sua poetica e mi spiazza come appare sul palco. La sua immagine molto fisica stride con la sua scrittura. Ma vado pazza per i contrasti».

Poi c’è Jovanotti.
«Per me lui è un grande riferimento. Se penso che ha voluto cantare una mia canzone mi sento super onorata. E molto felice. Per me lui è come De Gregori, un’entità gigante».

Luglio, invece, è con Roshelle, Giorgia e Elodie.
«È una canzone sulla sorellanza, sul supporto dell’amicizia tra donne. Ho cercato delle voci soul e Roshelle, Giorgia e Elodie hanno scaldato le strofe. Le amo tutte».

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...