Milano Latin Festival: l’estate sarà ancora latina… a distanza

Il festival di Assago lascia spazio a Milano Latin Beach: cocktail, musica e... distanziamento. Live rinviati al 2021

Milano Latin Festival: l’estate sarà ancora latina... a distanza
Milano Latin Festival: l’estate sarà ancora latina... a distanza
Milano Latin Festival: l’estate sarà ancora latina... a distanza
Milano Latin Festival: l’estate sarà ancora latina… a distanza

Anche il Milano Latin Festival ha fugato i dubbi sull’estate 2020 dei numerosi appassionati della musica latina, che ogni estate – nel 2019 sono stati 250.000 mila – varcano i cancelli di Assago per entrare in un altro mondo, fatto di musica, ballo, concerti, esposizioni e ristoranti a tema: scelta dolorosa, ma edizione rimandata al 2021, con la riprogrammazione dei concerti e date già confermate da parte di big assoluti quali Daddy Yankee e Natty Natasha.

 

 

Milano Latin Festival: l’estate sarà ancora latina

Bisognerà pazientare un anno, ma i biglietti acquistati per il 2020 saranno validi per le nuove date del 2021, in alternativa sarà possibile richiedere tramite ticketone o mailticket l’emissione di un voucher di pari importo utile per la nuova edizione.

Gratuito. Ma la tradizionale estate latina non mancherà, fanno sapere gli organizzatori, perché è pronta un’edizione speciale chiamata Milano Latin Beach: musica diffusa dove sorseggiare un cocktail fra sabbia e palme, punti degustazione per assaporare le specialità latinoamericane e soprattutto spazio, tanto spazio all’aperto dove godersi la serata in piena tranquillità, vicini con il cuore, ma distanti fra i tavoli. Il tutto, contrariamente alle edizioni passate, ad ingresso gratuito. La location dovrebbe essere la stessa di ogni anno, ovvero l’ampio parcheggio ATM di Assago, mentre le date non sono ancora state comunicate. I fan del festival, però, si sono immediatamente scatenati sui social e nel giro di poco più di un’ora erano già 25.000 le visualizzazioni della notizia.

Tradizione. Comprensione praticamente unanime per la scelta dolorosa, ma soprattutto approvazione diffusa per l’alternativa proposta, per non sentirsi orfani di quella che è ormai diventata una tradizione dell’estate meneghina, non solo per i molti cittadini latinoamericani che frequentano il festival, ma anche per i sempre più numerosi milanesi che ne apprezzano gli aspetti culturali e gastronomici, oltre che musicali e danzerecci. Quindi, per quanti aderiranno alla proposta del sindaco Sala di trascorrere le vacanze all’Idroscalo, anche quando scenderà la sera l’atmosfera vacanziera sarà assicurata, con la possibilità di sfoggiare l’abbronzatura con gli amici, un cocktail in mano e i piedi nella sabbia.

Info: milanolatinfestival.it