24.7 C
Milano
21. 07. 2024 00:58

Mostre a Milano: illustrissimi del grande schermo

Universi, storie e personaggi nelle narrazioni creative di tre progetti grafici

Più letti

Nelle mostre a Milano di questa settimana film e i registi cult che hanno fatto la storia del cinema. Soggettiva Gallery ospita cinque collettive di artisti internazionali che reinterpretano i manifesti di pellicole iconiche e famosissime. Una famiglia ad alto tasso di creatività: gli Zagnoli. Miro ed Emi e le figlie Olimpia ed Emilia mettono in mostra un inventario di opere di ogni genere e specie: disegni e fotografie, libri di legno, paraventi e scatole magiche. Infine, le illustrazioni di un’artista che nella sua “prima vita” è stata psicologa e oggi crea realtà oniriche dal tratto femminile e deciso.

 

Mostre a Milano, Alternative movie poster

La seconda stagione di Soggettiva Gallery inizia con cinque mostre collettive che animeranno lo spazio milanese che propone gli Alternative movie poster, re-interpretazione in chiave originale delle locandine cinematografiche per mano di artisti internazionali. Dalla Scuola d’illustrazione polacca per il cinema ai virtuosismi cromatici che hanno reso celebre il cinema di Wes Anderson. Inoltre, i film premiati alla Mostra del Cinema di Venezia, il tributo a Stephen King e la celebrazione dei 25 anni dall’uscita de Il grande Lebowski. La mostra Stephen King. The best of, è un omaggio all’autore americano e raccoglie in forma grafica i film tratti dai romanzi dell’autore in occasione della pubblicazione a livello internazionale dell’ultimo romanzo.

Per celebrare una delle uscite cinematografiche più importanti dell’autunno, Asteroid City di Wes Anderson, debutta, il 20 settembre, la mostra Anderson City Palette, incentrata sugli studiati accostamenti cromatici che insieme alla simmetria visiva e a uno stile di narrazione unico hanno reso immortali film come I Tenenbaum o Grand Budapest Hotel. Con I Coen e i 25 anni de Il grande Lebowski (Buon compleanno Drugo), dal 3 ottobre, verranno infine festeggiati i 25 anni dall’uscita del film tutt’ora di culto. Proseguono fino al 14 ottobre, la mostra Manifestazioni polacche di cinema e la rassegna Film di Soggettiva (premiati) a Venezia, in cui figurano gli Alternative movie Poster di alcune delle pellicole che hanno fatto la storia di uno dei più prestigiosi festival cinematografici al mondo.

Soggettiva Gallery
Via Sottocorno, 5/A
Fino al 29 ottobre 2023
Info e orari: soggettivagallery.com

 

Mostre a Milano, ZALIZAZA. Inventario di famiglia

mostre a Milano

ZaLiZaZa, acronimo di Zagnoli, Ligabue, Zagnoli, Zagnoli, ovvero, Miro ed Emi e le figlie Olimpia e Emilia. Una famiglia decisamente creativa che da anni crea, ciascuno nel proprio ambito, un inventario di opere di ogni genere e specie: disegni e fotografie, libri di legno, collages, oggetti/sculture, stoffe, paraventi e scatole magiche. Tutti raccolti dalla galleria Antonio Colombo Arte Contemporanea nella mostra dal titolo ZaLiZaZa. Percorsi, concept e materiali che spesso ricorrono nelle opere dei tre, come un vero e proprio lessico familiare. Se da decenni il design pervade l’opera fotografica e i set tuttora analogici di Miro (Za), lo si ritrova spesso anche nelle opere di Emi (Li), che si tratti del Cicognino di Albini, della vita e dell’opera di Charlotte Perriand o di un design anonimo trovato in vendita online.

Lo stesso ricorso a materiali anonimi e poco convenzionali che si trova nella serie di abiti “souvenir” di Emilia (Za), realizzati a partire da strofinacci turistici con la mappa del Belpaese, così come certi archetipi ricorrono nelle migliaia di righe tracciate da Olimpia (Za), sempre alla ricerca della sintesi perfetta tra l’idea e la sua rappresentazione. Gli ZaLiZaZa sono una famiglia modernissima eppure d’altri tempi: se non si occupassero di manufatti diversi, li si potrebbe immaginare affaccendati in una bottega a conduzione familiare di stampo rinascimentale o barocca, nell’intento di sperimentare nuove tecniche pittoriche, rivoluzionare gli stili o a prenderne d’esempio e farli propri, abbigliati nel loro stile classico ed eccentrico al tempo stesso.

Antonio Colombo Arte Contemporanea
Via Solferino, 44
Dal 27 settembre al 19 novembre 2023
Info e orari: colomboarte.com

 

Mostre a Milano, L’importanza dei piccoli gesti

mostre a Milano

Ha lavorato come psicologa per molti anni ma poi ha capito che la sua vera passione era illustrare i sentimenti e le emozioni umane attraverso i suoi disegni e il suo lavoro artistico. Da allora, Giulia Neri, si è dedicata completamente alle sue illustrazioni. Oggi è un’artista concettuale che vive e lavora in un piccolo villaggio sulle Dolomiti. Fino al 7 ottobre, più di cinquanta illustrazioni dell’artista sono visibili da Bonvini 1909 di via Tagliamento e raccontano l’originale percorso dell’artista, studentessa di belle arti prima e poi laureata in psicologia. Come ha scritto Federico Pace, «guardare le illustrazioni di Giulia Neri è come mettersi in cammino attraverso lo sterminato continente dei legami umani. Durante questo cammino, sfogliando i suoi lavori, ci si avvicina a stati d’animo e a piccole epifanie.

La nostalgia per ciò che non è mai accaduto, l’inebriante attesa di un gesto, l’accettazione di chi osserva sul proprio corpo le ferite che si sono rimarginate, la persistenza della rabbia di chi è stato deluso, la cura per ciò che non si vuole che vada perduto o il desiderio di chi prova a cominciare di nuovo». Dal 2022, alcuni suoi lavori sono esposti alla Galleria Farnesina presso il ministero degli Affari Esteri Italiano. È Art Director e creatore di Ripido illustration festival e i suoi lavori sono stati pubblicati, fra gli altri, su Time Magazine, The Boston Globe, The Wall Street Journal, Harvard Business Review, BBC Kiplinger Financial Magazine, la Repubblica. Ha realizzato copertine per Einaudi, Sonzogno, Harper Collins, Mondadori, Il Battello a vapore, Piemme. La copertina di MilanoVibra di Pradivio Editrice dello scorso luglio è opera di Giulia Neri.

Bonvini 1909
Via Tagliamento, 1
Fino al 7 ottobre 2023
Info e orari: bonvini1909.com – giulianeri.it

In breve

Il Municipio 1 vince il FantaMunicipio 2024, il presidente Abdu: «Tuteliamo le identità dei singoli quartieri»

Il FantaMunicipio di Mi-Tomorrow di quest’anno ha visto trionfare il Municipio 1 guidato dal 2021 dal presidente Mattia Abdu...