4.2 C
Milano
22. 01. 2021 20:01

Al No’hma l’omaggio alla Prima che verrà

Una serata dedicata all’opera di Donizetti, che avrebbe dovuto aprire la stagione della Scala

Più letti

Bollettino regionale, torna a scendere il tasso di positività: Milano, +203 contagi

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 1.969, di cui 112 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti...

Salvini: «Zona rossa in Lombardia? Siamo davanti ad un sequestro di massa»

Un nuovo capitolo nella saga sulla zona rossa tra Regione e Governo. Spunta l'ipotesi di un errore di invio...

Zona rossa, colpo di scena: la Regione avrebbe inviato i dati Rt errati. Fontana: «Mai dato informazioni sbagliate»

Un nuovo colpo di scena sulla questione zona rossa in Lombardia. Secondo alcuni indiscrezioni riportate dall'Ansa, i tecnici della...

La tradizione vuole che il Teatro No’hma ogni anno anticipi in qualche modo la Prima della Scala con uno spettacolo ad hoc legato a quello del 7 dicembre. La prevista Lucia di Lammermoor scritta da Gaetano Donizetti, però, non andrà in scena vista l’impossibilità di realizzarla in questa situazione di emergenza sanitaria così anche Livia Pomodoro, presidente del No’hma, ha pensato a una soluzione alternativa.

Stasera sul palco di via Orcagna 2 ci sarà in diretta streaming il critico musicale Stefano Jacini, protagonista di una conversazione musical-letteraria in cui svelerà alcuni interessanti aneddoti legati all’opera di Donizetti.

Altro ospite d’eccezione sarà il maestro Roberto Abbado che, dialogando con Livia Pomodoro, racconterà la sua esperienza nella direzione della Lucia di Lammermoor, rappresentata all’Opera di Roma nel 2015, con la regia di Luca Ronconi, scomparso poco prima del debutto.

Infine spazio anche allo spettacolo dal vivo, cinque ballerini danzeranno sulle arie più famose del dramma donizettiano, ricostruendo, dall’ouverture al duetto tra Lucia e Alisa, fino alla celebre scena della pazzia, la deriva fisica e psichica della protagonista, nata dalla fantasia di Walter Scott.

Da stasera alle 21.00.

 

In breve

Covid, lo sfogo di Balotelli: «Questa è una gestione onesta? L’Italia sta degradando per colpa di pochi»

Il "bad boy" del calcio italiano Mario Balotelli non è solito esprimere giudizi sulla società e sulla politica, ma...

Potrebbe interessarti