23.2 C
Milano
17. 05. 2022 00:29

“Ero in guerra ma non lo sapevo”, Montanari diventa Torregiani

La storia del gioielliere nel mirino dei terroristi nella Milano degli anni '70

Più letti

“Ero in guerra ma non lo sapevo”, la recensione

Milano, fine anni ‘70. Pierluigi Torregiani (Francesco Montanari), un gioielliere che si è fatto da sé, subisce un tentativo di rapina in cui muore un giovane bandito. Non è stato lui a sparare, ma molti giornali lo accusano di essere un giustiziere borghese. La tensione politica dell’epoca lo rende un obiettivo perfetto per i PAC, gruppo di terroristi guidato da Cesare Battisti, che individuano in lui un colpevole da punire…

Ispirato all’omonimo libro di Alberto Dabrazzi Torregiani e Stefano Rabozzi, Ero in guerra ma non lo sapevo ripercorre uno dei casi di cronaca nera più noti degli anni di piombo, con imprenditori, negozianti e giudici trasformati in bersagli politici e, come in questo caso, vittime del terrorismo. Reduce dall’ottimo Appunti di un venditore di donne, Fabio Resinaro si conferma un ottimo regista, coniugando la tensione di un thriller e riflessioni più articolate sulla società italiana di quel tempo. Francesco Montanari qui in una delle sue migliori interpretazioni, misurato e magnetico, ma degne di nota anche le prove di Laura Chiatti e Juju Di Domenico. Ero in guerra ma non solo sapevo è distribuito da 01 Distribution.

In sala il 24-25-26 gennaio

Paese: Italia

Durata: 93 minuti

Regia: Fabio Resinaro

Genere: drammatico

Voto: 7,5

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...