3.5 C
Milano
10. 12. 2022 04:25

Milano Off Fringe Festival: via alla seconda settimana di eventi

Cosa vedere e dove, ecco la nostra selezione di spettacoli

Più letti

Via alla seconda settimana di eventi della quarta edizione del Milano Off Fringe Festival, manifestazione – con Mi-Tomorrow mediapartner – che in breve tempo è divenuta un punto di riferimento per tutti i milanesi e non solo e che si concluderà il 2 ottobre prossimo. E con numeri da capogiro: in due settimane ben 52 spettacoli, 229 repliche in quindici diversi spazi performativi, 84 incontri gratuiti tra focus, workshop, musica e danza per un totale di oltre 300 eventi diffusi sul territorio.

Milano Off Fringe Festival, arte in scena allo stato puro

Il Milano Off Fringe Festival quest’anno è rientrato tra i progetti selezionati e finanziati dal Comune di Milano, grazie al sostegno del MIC, tramite il bando “Milano è viva”. Tornato dal vivo dopo l’ultima edizione datata 2019 e sempre sotto la direzione artistica di Renato Lombardo e Francesca Vitale, i fondatori dell’Associazione culturale e artistica Milano OFF, il Fringe Festival si sta sviluppando nei Municipi 1, 3, 4, 8 e 9, per una copertura quasi totale della città.

NoLo Fringe Festival

I partner internazionali

Un ritorno in grande stile, quello del Milano Off Fringe Festival, con tanto di partner internazionali di assoluto livello: dall’Avignon Le Off, Soho Playhouse all’Hollywood Fringe Festival, Barry Church; ma anche Wood e L’associazione Civil disobedience, Gothenburg Fringe Festival, Reykjavik Fringe Festival, Stockholm Fringe Festival, Srsly_Yours, Palco Off Catania, Binario 7 e Teatro Factory 32.

La giuria del Festival 

Tanti i nomi di assoluto prestigio presenti anche all’interno della giuria di qualità, che al suo interno racchiude, tra gli altri, anche Darren Lee Cole (Direttore artistico Soho Playhouse Newyork-Las Vegas), Corrado Rovida (Piccolo Teatro Di Milano), Tommaso Chimenti (Critico Teatrale), Emanuela Carcano (Giornalista e conduttrice televisiva, CdA Piccolo) Nicola Alberto Orofino (Regista) e molti altri. Gli spettacoli si svolgeranno dal giovedì alla domenica (29 e 30 settembre, 1 e 2 ottobre) con tre opere al giorno (pomeriggio, preserale e serale) con orari alternati in ciascuno dei 15 spazi.

Gli spettacoli in programma e la nostra selezione

Fra gli spettacoli in programma da qui al 2 ottobre, vi segnaliamo:

GIOVEDÌ 29 SETTEMBRE

  1. ROMANZO DI UN’ANAMNESI di Sara Parziani.

Ore 17:15

Sala Donatoni – Fabbrica del Vapore,“Romanzo di un’anamnesi” fa parte del progetto “Scritture” ideato da Lucia Calamaro. Spettacolo autobiografico, racconta di una malattia rara e si interroga, con linguaggio ironico-poetico, sulla possibilità di essere sé stessi e di potersi raccontare.

2. TERRA E POLVERE (da sparo) di V. Vieitez; regia di V. Vieitez; con C. Scrittore.

Ore 17:30

Società Umanitaria Via San Barnaba 48,

L’originale struttura drammaturgica creata da Vene Vieitez per questa piéce si basa su un solido patto con il pubblico, un pendolo che vibra tra i multipli personaggi interpretati da Cecilia Scrittore che utilizza la maschera con una tecnica innovatrice.

3. CON IL NASO IN SU di e con A. Zanacchi; regia di A. Grosso; Violoncello suonato da L. Benvenga.

Ore 17:30

Spazio Tadini – via Jommelli, 24

“Con il Naso in su” porta in scena l’essenza dell’essere umano. Non è soltanto una storia ma cento, mille altre vite attraversate, inconsapevolmente, dalla medesima storia che si lega a quella del nostro paese.

Venerdì 30 settembre 2022

  1. DIO NON PARLA SVEDESE di e con D. Frisina; regia di L. Buldini.

Ore 17:30

Spazio Tadini – via Jommelli, 24

Suo padre che gli punta una pistola, una malattia ineluttabile che incombe su di lui da sempre e un delirio dispercettivo dal quale non sa come evadere. Le cose da dire sono tante e non c’è nessuna fretta di tornare alla realtà.

2. HAPPY DAYS di S. Santomauro, M. Vicari, e D. Morozzi; regia di S. Santomauro; con S. Santomauro

Ore 19:00

WOW Spazio Fumetto – Viale Campania 12

“Uno spettacolo che parla di felicità, nel periodo meno felice della storia”. Stefano Santomauro dà il meglio di sé con un monologo esilarante, leggero e profondo, cinico e sincero.

3. NOI PUPAZZI , di e con Marco De Simone.

Ore 19:30

C.I.Q. Milano – Via Fabio Massimo 19

Il burattinaio Saul fa sognare gli abitanti del suo paese con le favole che inventa e mette in scena per loro. L’avvento delle Leggi razziali del ’38 sconvolge la sua vita, ma non sopprime la necessità di dare voce ai suoi pupazzi.

Sabato 1° ottobre 2022

  1. NOVE di e con E. Doria; regia di N. Alberto Orofino.

Ore 17:15

Sala Donatoni – Fabbrica del Vapore

Monologo che in nove capitoli racconta la storia autobiografica di un attrice siciliana, figlia, nipote, madre, che riesce a costruire la sua famiglia omo-genitoriale nella continua lotta per raggiungere il riconoscimento legale e sociale.

2. L’ANNIVERSARIO di G. d’Agostino; regia di G. d’Agostino; con A.Chiummariello e G. d’Agostino.

Ore 17:30

Spazio Tadini – via Jommelli, 24

È l’anniversario di Luigi e Lucrezia. Luigi sogna di festeggiare come hanno sempre fatto, ma Lucrezia lo ha lasciato da quattro mesi. Nel ricordo doloroso di un amore finito, Luigi trascorre la giornata in compagnia di una presenza misteriosa.

3. LE GIOVANNE (una eresia cosmica) di e con A. Toia; Regia di S. Callaci.

Ore 19:30

SOCIETÀ UMANITARIA – Via San Barnaba 48

Recentemente dichiarata “patrimonio culturale” della provincia di Santa Fe in Argentina. È l’ultimo spettacolo della compagnia. Un lavoro profondo sull’universo femminile, che ha girato il Paese con un’incredibile accoglienza da parte del pubblico.

Domenica 2 ottobre 2022

  1. LOVE’S LEFT HAND LEMOUR con S. Kerneza, M. Kerneza, e B. Petermichl.

Ore 17:30

Fabbrica di Lampadine – Via Pescantina, 8

Uno spettacolo commovente sul coraggio di credere con umorismo nel senso dell’amore.

2. I D O N T W A N N A F O R G E T di Bressan|Romondia; regia di M. Romondia; con M. Romondia e N. Sordo.

Ore 19:15

ISOLACASATEATRO – Via Jacopo dal Verme, 16

Un cammino che, grazie all’opera di Nan Goldin, vuole attraversare il senso del ricordare. È il tentativo di raccontare una storia, la sua, e di attraversare la storia di tutti.

3. IO PINOCCHIO di E. Rosenberg e D. Zanella; regia di E. Rosenberg; con V. Gysin, D. Zanella, e C. Zenari.

Ore 21:30

Sala Fringe – Fabbrica del Vapore, Via Giulio Cesare Procaccini, 4,

Io Pinocchio, regia di E. Rosenberg, ispirato al Pinocchio di Collodi, è rivisitato dall’attore D. Zanella che ripercorre la sua storia legata al suo vissuto di bambino cresciuto negli istituti per persone con difficoltà di apprendimento.

Il programma completo di tutti gli spettacoli e per tutte le informazioni potete consultare il sito internet www.milanooff.com.

In breve

FantaMunicipio #13: da orti abusivi a spazi verdi. La nuova classifica

Un paio di sopralluoghi per gli spazi verdi in città hanno ridato attenzione a due aree della città su...