20.3 C
Milano
27. 05. 2022 05:30

“Quel giorno tu sarai”, nuovi territori per Kornél Mundruczó

Il nuovo film della regista di Pieces of a Woman

Più letti

“Quel giorno tu sarai”, la recensione

Una famiglia attraverso tre generazioni si confronta con l’eredità della Shoah, dalla nascita miracolosa di Éva in un campo di concentramento fino alla vita quotidiana del nipote Jonas e di sua madre nella Berlino di oggi. Una vicenda di straordinaria intensità quella raccontata dal regista Kornél Mundruczó e dalla sceneggiatrice Kata Wéber con Quel giorno tu sarai.

Presentato fuori concorso al Festival di Cannes 2021 e con Martin Scorsese nella veste di produttore esecutivo, il film trae spunto da eventi realmente accaduti e rappresenta una potente indagine su memoria e identità. Il regista di Pieces of a Woman naviga territori inesplorati e accende i riflettori sul valore del tempo in tre diversi episodi.

La Shoah viene narrata da un punto di vista originale, senza filtri e con grande vigoria artistica, basti pensare ai diversi strumenti espressivi utilizzati per amplificare emozioni e sentimenti, tra dolore e libertà, tra dramma e realismo. Menzione speciale per la fotografia di Yorick Le Saux, già collaboratore di Guadagnino e Jarmusch.

Già in sala

Paese: Germania, Ungheria

Durata: 97 minuti

Regia: Kornél Mundruczó

Genere: drammatico

Voto: 7,5

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...